Archivio di maggio 2007

Movimento a sinistra?

mercoledì 23 maggio 2007

Incontro-dibattito con VALENTINO PARLATO

MANIFESTAZIONELa fase costituente della nuova sinistra rischia di affossarsi su appartenenze consolidate nel passato o su convincimenti di primati per meriti pregressi; il desiderio di fagocitarsi l’un l’altro è alto e la partecipazione rimane di frequente una semplice dichiarazione. Il dibattito sulla ricostruzione della sinistra è aperto.

CAGLIARI > Giovedì 24 maggio ore 17,30
presso il Banco di Sardegna (viale Bonaria)

SASSARI > Venerdì 25 maggio ore 17,30
presso la Sala dei Vigili Urbani (via Carlo Felice)

ne parleranno
Valentino Parlato, Costantino Cossu, Marco Ligas, Antonello Zanda, Marcello Madau, Sante Maurizi, Sandro Roggio

mercoledì 16 maggio 2007

Ringraziamo tutti i lettori che con favore hanno accolto il primo vagito del manifesto sardo. Gli apprezzamenti riservati al nuovo nato saranno un incoraggiamento per gli impegni avvenire.

Il manifesto sardo avrà cadenza quindicinale, troverete i nuovi numeri on-line il primo e il sedici di ogni mese.

Ri-costruzione

mercoledì 16 maggio 2007

di Marco Ligas

MANIFESTAZIONEOrmai lo ripetono in tanti: la prossima nascita del partito democratico ripropone, con più urgenza che in passato, l’esigenza di un processo di ricomposizione di tutte le forze che non solo non intendono liquidare i valori e le conquiste del movimento operaio, ma vogliono ribadirne, pur attraverso una riflessione severa della sua storia, (altro…)

Per una sinistra che vuole esistere ancora

mercoledì 16 maggio 2007

SEGOLENE ROYAL

di Tonino Dessì

Dedico a Sègoléne Royal anche e ancor più dopo la sua sconfitta, le mie riflessioni sulla sinistra in Italia. Lo faccio perché il mio désir d’avenir (lo slogan di Sègoléne) è una sinistra italiana che abbia un volto autentico, bello, ottimista, tollerante, sorridente e non corrusco o furbesco, come quelli che da anni conosco nella sua dirigenza, quasi totalitariamente maschile. (altro…)

Istituzioni d’élite e rappresentanza democratica

mercoledì 16 maggio 2007

di Andrea Pubusa

TESSERA ELETTORALEUna delle lezioni più dimenticate di Marx e poi di Gramsci, è certamente la critica al parlamentarismo e, più in generale, alla democrazia borghese. Non si nega la rappresentanza. Al contrario si contesta il carattere democratico a quegli ordinamenti in cui le elezioni consentono di concorrere soltanto ai ricchi o a coloro (altro…)

Commentando la democrazia

mercoledì 16 maggio 2007

di Annamaria Loche

DEMOCRAZIA - DELACROIXEtimologicamente democrazia significa potere o governo del popolo, ma due illustri studiosi come Kelsen e Bobbio si chiedevano se l’espressione significhi governo del o per il popolo. La differenza non è di poco conto, perché il governo per il popolo non necessariamente si traduce in una democrazia, (altro…)

Politica, attenta al territorio!

mercoledì 16 maggio 2007

ECOMOSTRI

di Sandro Roggio

E’ lungo l’elenco delle vertenze, nel territorio del Paese, che oppongono interessi locali a convenienze più generali. Tanto ricorrenti che appare singolare che non si provi a parlarne prima, per evitare la grande confusione che regna in estemporanei dibattiti ogni volta che qua o là scoppia il caso. (altro…)

La tutela degli eroi

mercoledì 16 maggio 2007

di Marcello Madau

Monte Ruju - ThiesiLa questione delle ‘nazionalità’ proibite produce innovazioni, aggregazioni, sensibilità politiche importanti e singolari falsificazioni: anche in Sardegna, attraverso la costruzione della memoria culturale, si stanno configurando rilevanti aspetti di invenzione della tradizione e forzature ideologiche dei sistemi simbolici costruiti sul passato, (altro…)

Parlane bene (della Sardegna)

mercoledì 16 maggio 2007

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento col quale la Prof.Sanna offre il suo contributo alla riflessione aperta da Franco Tronci sull’identità.

di Simonetta Sanna

Intendiamoci: non parlo qui di un testo letterario, ma di una prospettiva sociale e politica, che sembra delineare fenomeni ancora vivi dietro la facciata della nostra modernità. Mi riferisco ad un diario di viaggio proposto di recente dalla casa editrice nuorese Il Maestrale: Parlane bene (della Sardegna) di Thomas Münster (1912-1983), ingegnere, ma anche scrittore che con i più famosi Grass, Böll o Enzensberger ha fatto parte del Gruppo 47. (altro…)

Le illusioni del saggio cinese. Riflessioni sparse sull’università

mercoledì 16 maggio 2007

di Franco Tronci

CAGLIARI - UNIVERSITA'Il ministro dell’università e della ricerca, Fabio Mussi, oltre a occuparsi dell’organizzazione del movimento per l’unità della sinistra, ha anche predisposto, o ha intenzione di emettere, una serie di decreti legge che intendono porre argine allo stato di grave crisi in cui versano l’università e la ricerca italiane. (altro…)

Sistemi scolastici e mobilità sociale

mercoledì 16 maggio 2007

di Gianna Lai

CORRIDOIO SCUOLA“Ci sono ragazzi che non hanno voglia di studiare, e allora è meglio che imparino presto un mestiere e vengano presto avviati al lavoro”. La legge sull’obbligo di istruzione a 16 anni è nata così da poco, e già se ne prevede l’adempimento anche al di fuori del sistema scolastico, secondo le vecchie ideologiche consuetudini del “mandatelo nel campo: (altro…)

La parabola della formazione professionale

mercoledì 16 maggio 2007

di Nicola Imbimbo

La maggioranza di centrosinistra ha inserito nella legge finanziaria nazionale una norma che innalza l’obbligo scolastico a 16 anni superando quella norma della “riforma” Moratti che comprendeva in unico ambito scuola secondaria e formazione professionale. (altro…)

Innocenza ai margini del delitto

mercoledì 16 maggio 2007

di Costantino Cossu

LUIGI PINTOR“C’è un parallelismo tra le derive della vita pubblica e collettiva e quelle della vita privata e individuale. Guardando indietro vedo questo intreccio e mi chiedo quale di questi aspetti sia nel mio caso il meno lusinghiero”. Così Luigi Pintor chiude il tredicesimo capitoletto di Servabo, intitolato Il dolore, che precede la fine del libro, l’epilogo. (altro…)

Immigrazione: integrati o separati in casa?

mercoledì 16 maggio 2007

di Gian Franca Fois

NUOVI IMMIGRATI3.035.144 in Italia, 19.955 in Sardegna: sono questi i numeri dell’immigrazione regolare al 31 dicembre 2005 secondo il rapporto della Caritas. L’Italia si avvicina così alla situazione dei paesi europei con più alta percentuale di cittadini stranieri, allo stesso tempo il fenomeno assume nuove caratteristiche: (altro…)