Archivio di gennaio 2008

Presentazione del numero 18

mercoledì 16 gennaio 2008

E’ vero, non è stato un magnifico inizio per il 2008: le tragiche vicende orgolesi spingono a riflettere e discutere ancora. Nel paese l’enorme esposizione di rifiuti domestici non è solo metafora di una grave incapacità della politica, ma soprattutto di un modo folle di produrre e consumare. La solidarietà è incerta, strilli particolaristi hanno spazio mentre riappare, certamente attratto dai rifiuti, lo squadrismo. Ancora, scritti sui temi del lavoro e della politica da Decimoputzu al G8 alla legge elettorale a interventi di Agnoletto, Pireddu e Ugo sempre sul tema dei rifiuti e di Ruiu sul rinnovato attacco alla ‘194’. Che spazio troverà il mutuo soccorso? Buona lettura (articoli di Ligas, Meloni, Angioni, Madau, Bulgarelli, Vacca, Pubusa, Ugo, Scroccu, Pillai).

Caotica solidarietà

mercoledì 16 gennaio 2008

Mondezza
Redazione

In questi giorni è apparsa nella sua drammaticità l’emergenza rifiuti causata dall’inettitudine di governi che per anni hanno trascurato questo problema lasciandolo nelle mani della malavita. La gravità della situazione ha costretto il governo Prodi ad intervenire. (altro…)

Orgosolo. Un passo indietro

mercoledì 16 gennaio 2008

Orgosolo
Marco Ligas

È difficile dire qualcosa di nuovo che aiuti a capire ciò che è successo in questi giorni a Orgosolo. La violenza a cui abbiamo assistito sembra una ripetizione di cose già successe e commentate; per questo credo che anche oggi non sia facile orientarsi. Conosco questo paese (altro…)

Inadeguatezza di un codice di guerra

mercoledì 16 gennaio 2008

Giulio Angioni

La nozione di vendetta è stata riusata per intendere i fatti recenti di Orgosolo. E si è fatto il nome di Antonio Pigliaru. In effetti, il suo studio La vendetta barbaricina come ordinamento giuridico, del 1959, serve ancora più che mille pagine di recriminazione e di rammarico (altro…)

Omicidio Marotto

mercoledì 16 gennaio 2008

Giovanni Meloni

L’omicidio di Peppino Marotto, seguito dopo appena sei giorni da quello dei fratelli Mattana, insieme all’orrore per i fatti in sé e alla naturale domanda di giustizia, ha suscitato, l’esigenza di conoscerne il movente, con particolare riferimento al processo mentale che lo ha determinato. (altro…)

Immateriali resistenti

mercoledì 16 gennaio 2008

Lottatori di Uta
Marcello Madau

La tragedia delle morti orgolesi sembra abbia posto la riapertura di una questione, quella della Barbagia, mai chiusa né soddisfacentemente risolta Si riprende a discutere delle chiavi di lettura, dell’antica ‘Barbarìa’ contrapposta alla ‘Romanìa’ sarda. E’ mai esistita una Barbagia (altro…)

Una decisione sciagurata

mercoledì 16 gennaio 2008

G8 a La Maddalena
Mauro Bulgarelli

La scelta di organizzare nel 2009 il vertice del G8 a La Maddalena è, assieme a quella riguardante la base di Vicenza, una delle decisioni sciagurate assunte dal governo Prodi. Lo è su un piano più generale – l’Italia deve ancora riacquistare credibilità internazionale per la (altro…)

La lotta degli agricoltori di Decimoputzu

mercoledì 16 gennaio 2008

Elias Vacca

La vicenda delle aziende agricole sarde interessate dalla crisi creditizia ha consentito, attraverso il movimento spontaneo di Decimoputzu, di riportare al centro dell’agenda politica il tema della pluriennale sofferenza del settore agro-pastorale non esistendo allo stato proporzione alcuna (altro…)

Il sistema elettorale

mercoledì 16 gennaio 2008

Andrea Pubusa

La scelta del sistema elettorale sottende una “idea” di democrazia e, al pari della forma di governo (parlamentare o presidenziale), ne determina la qualità. Qual è dunque l’idea della proposta Franceschini, su cui si è acceso un animato dibattito? Il numero due del Pd auspica un sistema (altro…)

Patto di mutuo soccorso

mercoledì 16 gennaio 2008

Mani
Raffaello Ugo

Non ho letto il libro “La casta” poiché sono debole di stomaco e non lo leggerò. L’irritazione e il sospetto con cui percepisco i politicanti non ha alcun bisogno di elementi di sostegno. Burattinai delle emozioni. Preferisco le emozioni, sentirmi parte del tutto piuttosto che appendice (altro…)

Il lavoro non è una merce

mercoledì 16 gennaio 2008

Gianluca Scroccu

Le discussioni sul mercato del lavoro, da diversi anni, sembrano muoversi secondo logiche dettate per lo più dall’allinearsi su oramai sedimentati luoghi comuni, il più forte dei quali è quello della inevitabilità della flessibilità, presentata come una inclinazione oggettiva (altro…)

Lavoro e concertazione

martedì 15 gennaio 2008

Vincenzo Pillai

Provo a mettere in successione alcune questioni per vederne, poi, le relazioni. Sembra che tutti concordino sul fatto che il potere di acquisto dei salari è sceso talmente da far scendere in campo lo stesso governo. Sembra vi sia condivisione sulla necessità di rilanciare i consumi (altro…)

Presentazione del numero 17

martedì 1 gennaio 2008

Peppino Marotto

La morte di Peppino Marotto rende amaro questo numero, che pensavamo augurale. Lo ricordiamo con affetto e dolore dedicandolo a lui, ai suoi cari, ai suoi compagni, alla CGIL di Orgosolo: gli auspici per il 2008, gli scritti su lavoro e cultura, quelli sulla violenza e il sopruso contro le donne, le considerazioni su una società che chiede sicurezza e non riesce a produrla. A chiudere gli scritti su arte scenica e visiva, assieme ad una nuova rubrica sulle mostre di archeologia.

Fine anno con omicidio

martedì 1 gennaio 2008

Antonietta Mazzette

Si può ammazzare un poeta e cantastorie? La storia ci ha più volte detto di sì. Talvolta l’autore è stato la bestialità di un potere dittatoriale, talaltra la causalità, anch’essa bestiale, impersonata da ragazzi di strada. Siamo sempre più assuefatti alla violenza omicida (altro…)

Peppino Marotto e la terra difficile

martedì 1 gennaio 2008

Costantino Cossu

«Sono nato ad Orgosolo da genitori poveri, quarto dei sette figli di un boscaiolo e di una casalinga figlia di pastori». Così scrive Peppino Marotto nella breve autobiografia che introduce le sue «Cantones politicas sardas». Era l’inverno del 1925 quando l’arco della vita di Marotto (altro…)

Due ricordi su Peppino

martedì 1 gennaio 2008

Antonio Mannu e Marcello Madau

Ho la morte nel cuore. E’ durissimo pensare che una persona possa aver avuto l’idea e la viltà di assassinare un poeta. Purtroppo questo paese, e quest’isola, i poeti o li uccide o li ignora o tutt’e due le cose, a meno che non si tratti di poeti di corte. In questo momento mi viene (altro…)

Buon 2008

martedì 1 gennaio 2008

Marco Ligas

E’ arrivato il 2008 e auguriamoci, nonostante le tristi vicende di cui parliamo in questo numero, che sia un buon anno; esprimiamo questo auspicio con sobrietà, senza pretese eccessive anche perché non sembrano questi i tempi di grandi cambiamenti; facciamo propria la saggezza dei vecchi e ascoltiamo i loro consigli (altro…)

La jihad delle mille e una notte

martedì 1 gennaio 2008

Donne musulmane
Manuela Scroccu

Le mille e una notte è uno dei pilastri della cultura mondiale. Pochi riflettono sul fatto che quest’opera esalta il trionfo della ragione sulla violenza, raccontando di come una donna seppe combattere contro la brutalità del marito. Sherazade viene offerta come vittima (altro…)

La mia paura offesa

martedì 1 gennaio 2008

V. V.

Guardo e ri-guardo questo foglio bianco provando a raccontare una storia, la mia storia. Eppure ogni volta che ci provo sento un blocco. Parte dallo stomaco una sensazione amara, come quando un pugno ti colpisce sul viso e senti sangue e lacrime scivolare nella gola (altro…)

Questioni civili e organizzazioni sociali

martedì 1 gennaio 2008

TEMPO LIBERO
Franco Uda*

Negli ultimi anni la sfera dei diritti si è notevolmente ampliata, tante sono oggi le vertenze in atto nelle quali i cittadini pongono esigenze di maggiori garanzie a tutela, appunto, dei propri diritti. La consapevolezza di essere titolari di diritti soggettivi e collettivi pone in essere (altro…)

Gli ombelichi del mondo

martedì 1 gennaio 2008

Francesco Cocco

Il processo di aggregazione tra le forze politiche è fenomeno al quale la sinistra erede del movimento operaio dovrebbe guardare con grande interesse. Nei partiti maggiori gioca un peso rilevante il tentativo di fagocitare o, quanto meno, egemonizzare le forze minori. (altro…)