Archivio di ottobre 2012

Il numero 132

martedì 16 ottobre 2012

I nuovi sovranisti (Marco Ligas)
La legge scempia-stagni (Stefano Deliperi)
Un impianto sovradimensionato (Giuseppe Marongiu)
Vertenza Energit, ragioni di una protesta (Giuliana Perrotti)
Telecomunicazioni in lotta (Antonello Marongiu)
Chi specula sul debito? (Graziano Pintori)
Il convegno di Alba (Nicola Imbimbo)
Due poeti (Mario Cubeddu)
Notti padane. La pace coi lupi (Valeria Piasentà)
Salviamo l’area archeologica di Teccu (Roberto Copparoni)
Mass-media e Primavere Arabe (Iosè Manca)
Una nuova dittatura? (Maria Chiara Cugusi)
Università arrabbiata (Jessica Saba)

Il dibattito sulle se sorti del manifesto (Red)
Appello per il referendum sull’articolo 8 e l’articolo 18 (Red)

*vignetta di Marco Porcedda

I nuovi sovranisti

martedì 16 ottobre 2012
Marco Ligas
Anche Cappellacci si è convertito al sovranismo, ha detto che si opporrà al governo Monti in tutte le sedi politiche e giurisdizionali (altro…)

La legge regionale sarda scempia-stagni

martedì 16 ottobre 2012
Stefano Deliperi
Fra i tanti tentativi di eversione e di smantellamento del piano paesaggistico regionale (P.P.R.) (altro…)

Un impianto sovradimensionato

martedì 16 ottobre 2012

Giuseppe Marongiu

Continua il dibattito sulla chimica verde. Giuseppe Marongiu ha intervistato su questo argomento il dott. Vincenzo Migaleddu. Ecco le sue opinioni (altro…)

Vertenza Energit, ragioni di una protesta

martedì 16 ottobre 2012
Giuliana Perrotti
Energit, la società in cui lavoro dal 2001, è una società attiva nel mercato libero dell’energia elettrica (altro…)

Telecomunicazioni in lotta

martedì 16 ottobre 2012
Antonello Marongiu
Il 19 ottobre il settore delle telecomunicazioni effettuerà la seconda giornata di sciopero a distanza di un mese dal precedente (altro…)

Chi specula sul debito?

martedì 16 ottobre 2012
Graziano Pintori
I sistemi economici occidentali sono in pieno rivoluzionamento. La fine della guerra fredda, i nuovi grandi mercati (altro…)

Il convegno di Alba

martedì 16 ottobre 2012
Nicola Imbimbo
Promosso e organizzato da ALBA (Alleanza per il Lavoro Benicomuni Ambiente) si è tenuto,il fine settimana scorso a Torino, un convegno sul tema del LAVORO (altro…)

Due poeti

martedì 16 ottobre 2012
Mario Cubeddu

“Quando andammo a trovarlo c’era un estraneo sul cuscino.
Guardava qualcosa che noi non vedevamo (altro…)

Notti padane. La pace coi lupi

martedì 16 ottobre 2012
Valeria Piasentà
«Non mi dimetto» è la frase ricorrente dei politici inguaiati, e il tormentone di Roberto Formigoni (altro…)

Salviamo l’area archeologica di Teccu

martedì 16 ottobre 2012
Roberto Copparoni

Roberto Copparoni, Presidente dell’Associazione Amici di Sardegna, lancia un appello per la salvaguardia dell’area archeologica di Teccu fortemente compromessa a causa della realizzazione di un galoppatoio. (altro…)

Mass-Media e Primavere Arabe

martedì 16 ottobre 2012
Iosè Manca*
Chiarezza, semplicità e desiderio di far conoscere una realtà diversa, dal punto di vista di chi, a torto (altro…)

Una nuova dittatura?

martedì 16 ottobre 2012
Maria Chiara Cugusi
L’assenza di libertà di stampa e di espressione, una repressione che colpisce soprattutto le donne, la corruzione della classe politica e della giustizia (altro…)

Università arrabbiata

martedì 16 ottobre 2012
Jessica Saba
Le proteste organizzate di questi tempi sono ormai diventate un cliché nel nostro territorio (altro…)

Le sorti del Manifesto

domenica 14 ottobre 2012
Continua il dibattito sulle sorti del Manifesto, non senza divergenze sia all’interno della redazione sia nel rapporto tra redazione e circoli. Noi intendiamo portare a conoscenza di tutti i lettori e i sostenitori del quotidiano questo dibattito. Siamo convinti che il Manifesto appartenga a questa area e nessuno debba essere escluso. L’obiettivo del confronto è il rilancio del giornale; naturalmente siamo consapevoli che è necessario rispondere preliminarmente alla domanda che poneva recentemente Rossana Rossanda: “che cosa deve essere oggi il Manifesto” e quindi pensare alla ridefinizione di un nuovo progetto politico ed editoriale e ovviamente al come finanziare tutto ciò. Non sono domande facili ma l’unico modo per trovare le risposte è parlarne assieme. Pubblichiamo intanto l’articolo di Norma Rangeri e Angelo Mastrandrea, la lettera al Manifesto sottoscritta dai circoli di Bologna, Padova, Pietrasanta e dal manifesto sardo, un intervento di Guido Ambrosino. (Red)
Noi, voi e il Manifesto
(di Norma Rangeri, Angelo Mastrandrea)
La lettera dei circoli al Manifesto
(dei Circoli del Manifesto)
A chi vendere il manifesto: a un padrone o ai suoi lettori?
(di Guido Ambrosino)

Noi, voi e il Manifesto

domenica 14 ottobre 2012
Norma Rangeri, Angelo Mastrandrea
Care lettrici e lettori, sostenitori, simpatizzanti e militanti del manifesto, il purgatorio della liquidazione coatta amministrativa è agli sgoccioli (altro…)

Lettera dei circoli al Manifesto

domenica 14 ottobre 2012

Cari compagne/i  TUTTE/I del manifesto,

vi scriviamo direttamente nella consapevolezza che questa lettera non verrebbe pubblicata sul (nostro) vostro giornale (altro…)

A chi vendere il manifesto: a un padrone o ai suoi lettori?

domenica 14 ottobre 2012
Guido Ambrosino*
Berlino, 11 ottobre 2012
Difficile, per chi non sta nella redazione di via Bargoni, tanto più da Berlino, capire cosa sta succedendo al manifesto (altro…)

Lettera aperta di Marcello Madau: Buon lavoro compagne e compagni

giovedì 4 ottobre 2012
.
In questi giorni il compagno Marcello Madau ci ha comunicato che il carico di impegni della sua vita quotidiana e professionale gli rendono incompatibile la prosecuzione della militanza nel manifesto sardo. Ci dispiace questo allontanamento anche se siamo sicuri che la sua collaborazione, come lo stesso Marcello sottolinea, continuerà in altre forme. Per queste ragioni evitiamo dunque la retorica che accompagna queste circostanze, spesso corredate dagli  auguri per le nuove attività. Siamo sicuri che Marcello continuerà ad occuparsi dei suoi interessi culturali con l’impegno e la coerenza di sempre. È d’obbligo piuttosto un ringraziamento per il carico di lavoro che si è assunto col manifesto sardo nel corso di questi anni. (altro…)

Il numero 131

lunedì 1 ottobre 2012
Presentazione
Ma quanti cardi possono crescere in Sardegna? (Stefano Deliperi)
L’odore acre della miniera (Marino Canzoneri)
Diritto al lavoro e ambiente (Marco Ligas)
Sosteniamo il referendum per l’articolo 18 (Red)
E adesso internateci tutti (Roberto Loddo)
Notti padane. Il Nord si sveglia prima (Valeria Piasentà)
Terra di tutti, terra di nessuno (Mario Cubeddu)
Marrendi su tempus (Alfonso Stiglitz)
Dosta (Salvatore Drago)

Continua il dibattito sulle difficoltà che sta vivendo il Manifesto. Se ne parla all’interno della redazione, fra i lettori e i collaboratori. Il manifesto sardo riporta gli articoli già apparsi sul quindicinale nei numeri precedenti:

Il dibattito nel manifesto (Marco Ligas)
Manifesto difficile (Red)
Da dove ripartire (Rossanda Rossanda)
Per la riunione dei circoli a Bologna (Marco Ligas e Marcello Madau)
Sull’assemblea a Solaio di Pietrasanta (Circolo del Manifesto Versilia)
Circolazione di ferragosto (Circolo del Manifesto Sardegna)

Ma quanti cardi possono crescere in Sardegna?

lunedì 1 ottobre 2012
Stefano Deliperi
In questi giorni scadono i termini per la presentazione di “osservazioni” nell’ambito della procedura di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) (altro…)