Anpi di Nuoro: l’internazionalismo non è terrorismo

16 settembre 2018
[Graziano Pintori]

Il fascismo definì banditi tutti gli internazionalisti che parteciparono alla guerra di Spagna contro il dittatore Franco, poi, come tali furono definiti tutti i partigiani impegnati nella guerra di Liberazione per liberare l’Italia dai nazisti, dal fascismo di Mussolini e della Repubblica di Salò.

L’Internazionalismo non è sinonimo di terrorismo, tanto meno può essere falsificato e oltraggiato ponendolo sullo stesso piano del peggiore mercenarismo. L’Internazionalismo solidale, democratico, antifascista di Antonello Pabis, L’Indipendentismo praticato in modo trasparente e leale verso il popolo sardo di Luiseddu Caria, con radici profonde nell’impegno civile del padre e in quelle del nonno antifascista, non devono essere sottoposti alla gogna mediatica e a lungaggini giudiziarie. L’impegno civile a favore di tutti i popoli oppressi  di Pabis e Caria non può essere pregiudicato in nessun modo da fantastici teoremi.

Graziano Pintori è il presidente provinciale ANPI  – Nuoro

1 Commento a “Anpi di Nuoro: l’internazionalismo non è terrorismo”

  1. Marco Gabbas scrive:

    Giusto, bravo Graziano!

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI