Archivio della Categoria 'Presentazione'

Il numero 243

martedì 1 agosto 2017

Foto di Rita Deidda

È la disorganizzazione che ingenera paura e razzismo (Don Ettore Cannavera), La Rwm, le guerre, il lavoro e la Costituzione (Marco Ligas), Vaccini e democrazia (Roberto Loddo), Savoia: stragi e colonizzazioni (Ottavio Olita), Intolleranza e leninismo sulle coste della Sardegna (Stefano Deliperi), I limiti del governo a distanza (Gianfranco Sabattini), Monumenti fascisti (Gianfranca Fois), Perché le colonne con fasci littori in Piazza Gramsci sono incongrue (Marco Sini), Non esiste un carcere buono (Claudio Nappi), Storia della residenza sarda e salentina dell’Odin Teatret (Bastiana Madau), Gente della terra santa: voci dalla Palestina (Omar Suboh), Distinguere tra partiti e rappresentanza (Aldo Tortorella), Testo Unico: una legge harakiri per la lingua sarda (Giuseppe Corongiu), La Sardegna non può esistere senza la pastorizia. Il 2 Agosto in piazza con i pastori (Claudia Zuncheddu).

Pubblichiamo gli interventi tematici dell’assemblea Pro una caminera noa di Santa Cristina: Il diritto all’accessibilità (Francesco Nurra), Un nuovo modo di progettare il lavoro in Sardegna (Vincenzo Monaco), Sanità e politiche sociali (Luana Farina e Maria Grazia Pippia), Un nuovo percorso (Giovanni Fara), Edilizia sarda (Gian Franco Camboni).

Il numero 242

domenica 16 luglio 2017

Foto di Roberto Pili

Rwm Domusnovas. Sul valore relativo dell’etica (Aldo Lotta), Rwm Domusnovas. Qualcosa si muove? (Red), A Calasetta si vuol anticipare la nuova legge regionale urbanistica? (Stefano Deliperi), Buone ragioni per fare una nuova legge elettorale statutaria (Lucia Chessa), Legge elettorale statutaria. Le proposte dei comitati sardi (Red), Ramadan e consumismo (Graziano Pintori), Responsabilità sociale dell’impresa e “Bilancio Sociale Allargato” (Gianfranco Sabattini), La nostra vergogna (Gianfranca Fois), C’è vita a sinistra del Pd? (Roberto Mirasola), Povertà. A che punto è la notte (Marco Revelli), Leo nei meandri della psicanalisi nell’era del web (Claudia Zuncheddu),  L’omeopata. Un romanzo di storia e umanità (Ottavio Olita), Seui in musica (Red).

Buona lettura,

Il numero 241

sabato 1 luglio 2017

Pescatori – Foto di Paola Corrias

Nasce una luna nuova: la fine del Ramadan a Cagliari (Gianluca Gaias, Anna M. Brancato), Buoni motivi per sostenere Ero Straniero (Roberto Loddo), Vorrei non essere più straniera a casa mia (Amal El Ghifari), Cittadinanza e interazioni (Poullette Stefano), Uno sguardo al passato indispensabile per presente e futuro (Ottavio Olita), La Sardegna del silenzio (Graziano Pintori), Con il PCI vivevo meglio (Amedeo Spagnuolo), Distopicalittico (Emiliano Manca), Compagno T. Lettere a un comunista sardo (Francesco Casula), La recente evoluzione del sistema politico italiano vista dall’interno (Gianfranco Sabattini), La Sardegna piena di gasdotti (Stefano Deliperi), La distruzione della sanità in Sardegna (Claudia Zuncheddu e Paola Correddu), Un appello urgente contro chi vuol bloccare i soccorsi in mare (Red). Un nuovo soggetto politico in Sardegna? (Vito Biolchini), Il fascismo a Cagliari (Marco Sini), Stop alle forniture militari all’Arabia Saudita. Si salvi il lavoro in Sardegna (Red).

Buona lettura,

Il numero 240

venerdì 16 giugno 2017

Sarà un’estate meno cafona in Sardegna? (Stefano Deliperi), A proposito di Africa (Gianfranca Fois), Ius soli. La prevedibile convergenza dei Cinquestelle con la Lega (Eva Garau), Ciao Marc (Gianfranco Biosa), Il prefetto di Nuoro abroga la sovranità popolare (Francesco Casula), Crisi mediorientale e il rebus saudita (Gianfranco Sabattini), Giovanni Ruggeri: politico appassionato, profeta inascoltato (Ottavio Olita), La pace si fa insieme (Luisanna Ardu),

Pubblichiamo il dossier Lac sul diritto allo studio negato nel Liceo Artistico e Musicale “Foiso Fois”. Il dossier è stato interamente realizzato dagli studenti e le studentesse della scuola in accordo con la redazione de il manifesto sardo che sostiene la loro mobilitazione: Vogliamo una scuola a regola d’arte!A Cagliari i giovani creativi si caccianoContinuate a lottare per il diritto allo studioIl NO del SindacoQuando lo studente “orienta” la politica, Il Liceo MusicaleLa sede di via Bixio, a Pirri.

Buona lettura,

Il numero 239

giovedì 1 giugno 2017

Dedichiamo il nuovo numero alla grave vicenda Fluorsid: La laguna di Santa Gilla nella morsa della speculazione (Marco Ligas), Gravissimo pericolo di disastro ambientale (Stefano Deliperi), Un nuovo modello di sviluppo? (Roberto Mirasola), Perché ci costituiamo parte civile (Red). Paperone, Biancaneve e i venticinque nani (Ottavio Olita), Povertà e sviluppo cerebrale (Graziano Pintori), Come combattere il ‘Postumanesimo’ (Ottavio Olita), Fenomenologia del Blue Whale (Amedeo Spagnuolo), Praticare la Costituzione per cambiare la società (Michela Lippi), 2 giugno: la cacciata dell’ultimo tiranno sabaudo (Francesco Casula), Sergio Paronetto: “ricostruttore” o “affossatore” dell’Italia? (Gianfranco Sabattini), Nakba, una catastrofe ancora presente (Gianfranca Fois), La sinistra in Italia e in Sardegna (Massimo Dadea), L’importanza della musica contemporanea (Antonio Trudu), A Foras Fest. Buoni motivi per partecipare (Red). Dossier “L’urbanistica possibile”: Legge urbanistica in Emilia Romagna. Un fallimento (Lorenzo Carapellese), Proposta di legge regionale urbanistica sarda: il mattone liofilizzato (Stefano Deliperi), Urbanistica in Emilia Romagna: che tristezza (Piergiorgio Rocchi), Lettera aperta a Paolo Maninchedda che lascia Pigliaru (Claudia Zuncheddu).

Buona lettura,

Il numero 238

martedì 16 maggio 2017

Una legge regionale proporzionale e democratica non può essere presidenzialista (Roberto Loddo), Le donne nella democratizzazione della legge elettorale sarda (Claudia Zuncheddu), Doppia preferenza di genere e qualità della democrazia (Luisa Sassu), Una legge elettorale sarda più democratica (Massimo Dadea), Per una legge elettorale proporzionale che garantisca la partecipazione popolare (Red), Il presunto declino degli Stati Uniti d’America nel governo dell’equilibrio globale del potere (Gianfranco Sabattini), Ma è possibile realizzare i nuovi ascensori per il Castello di Cagliari con minore impatto ambientale? (Stefano Deliperi), Il compagno T. è un libro che fa domande (Cassandra Casagrande), Cicitu Masala e i partiti italiani in Sardegna (Francesco Casula), Cronistoria dell’89 cagliaritano (Francesco Cocco), Torramus a su Connottu! (Graziano Pintori), Il Centro Servizi Culturali U.N.L.A. di Oristano, uno spazio prezioso (Marcello Marras).

Il manifesto sardo sostiene la lotta dei prigionieri palestinesi che hanno lanciato uno sciopero della fame per protestare contro le drammatiche condizioni nelle carceri israeliane. Il silenzio e la responsabilità storica individuale (Greta), Lo sciopero dei prigionieri politici palestinesi: una questione di dignità (Franco).

Buona lettura.

Il numero 237

lunedì 1 maggio 2017

Renzi ha stravinto le primarie Pd. E se fosse una grande illusione? (Ottavio Olita), La voce dei morti di Buggerru (Francesco Cocco), Testamento biologico e autodeterminazione (Gianfranca Fois), Il lavoro aggredito (Amedeo Spagnuolo), L’abusivismo edilizio prospera perché i Comuni e la Regione Sardegna dormono (Stefano Deliperi), Le piaghe sociali che hanno ispirato la svolta dell’intervento pubblico in economia (Gianfranco Sabattini), Primarie Pd. In Sardegna vince il centralismo (Massimo Dadea), Le radici e le ali (Marino Canzoneri), Un milione di Italiani senza diritti: approviamo subito la legge sulla cittadinanza (Ilham Mounssif), 25 Aprile. Polemiche e nuova resistenza (Roberto Mirasola), Il nostro 28 aprile. Sa Die de sa Sardinia (Giacomo Meloni), Il Compagno T. a Sassari (Red), Il lugubre voto in Francia (Rossana Rossanda), Ong nel mirino, il sottofondo oscuro del teorema Zuccaro (Luigi Manconi), La sconfitta dello Stato alla manifestazione del 28 a Quirra (Claudia Zuncheddu). L’Accabadora e la tragedia della guerra: il cinema come strumento di una cultura umanitaria (Aldo Lotta).

Buona lettura e buon Primo Maggio.

Il numero 236

domenica 16 aprile 2017

Foto di Roberto Pili – Industria

Seguire l’esempio di Pratobello (Marco Ligas), “Make America Great Again”: slogan elettorale o indice del malcontento dei “forgotten men” americani? (Gianfranco Sabattini), Il decreto Minniti contro i poveri e i migranti (Gianfranca Fois), Serve anche il nostro impegno per la pace (Salvatore Lai), Derivati. Il grande imbroglio (Roberto Mirasola), Cgil. Le ragioni di una mobilitazione (Michele Carrus), La tolleranza zero del decreto Minniti (Graziano Pintori), Proposta di legge regionale urbanistica sarda: il mattone liofilizzato (Stefano Deliperi), Azawad. Il jihadismo uccide i tuareg e il mondo tace (Claudia Zuncheddu),  Agnelli, demagogia, stupidità e coerenza (Valeria Casula), Come i Savoia depredarono la Sardegna (Pino Aprile), Appello per la pace, (Red), A Capo Frasca è iniziato lo Stato penale della Sardegna (Roberto Loddo), Il gendarme e i lacché (Ottavio Olita), Omaggio a Vincenzo Migaleddu (Giacomo Meloni), Continuità e subalternità (Massimo Dadea).

Questo numero coincide con la Pasqua e la nostra redazione vi augura di passare delle serene festività. Vi auguriamo di maturare e riflettere sui vostri impegni individuali e collettivi per una nuova pratica della Pace, in questo tempo, in cui la guerra torna ad essere minaccia sul mondo. Buona lettura.

Il numero 235

sabato 1 aprile 2017

Foto di Francesca Corriga, ex panificio

Niente bombas e cannones (Marco Ligas), Sulla proposta di legge regionale urbanistica sarda (Stefano Deliperi), La questione del Centro – Sardegna (Amedeo Spagnuolo), Popoli e populisti, i 27 e Francesco (Ottavio Olita), Unità d’Italia e colonialismo interno (Francesco Casula), Ricordare le vittime delle mafie (Graziano Pintori), Velo e discriminazione (Gianfranca Fois), L’importanza del Mezzogiorno nel rilancio dell’economia nazionale (Gianfranco Sabattini), Scuola e guerra. Lettera aperta al senatore Emilio Floris (Cristiano Sabino), Un coordinamento sardo per vincere (Claudia Zuncheddu), Sulla manifestazione del 25 Marzo contro il termodinamico (Antonio Muscas), Nel mondo grande e terribile (Aldo Lotta), Qualcuno ce l’ha con me (Paola De Gioannis), Cara Susanna (Gianni Loy), La vicenda di Ilham Mounssif. Chi non nasce in Italia non ha gli stessi diritti (Nadir Congiu).

Buona lettura,

Il numero 234

giovedì 16 marzo 2017

Lotto marzo: manc’una de mancu (Cristina Ibba), Diritto all’assistenza sanitaria pubblica – La lotta continua (Claudia Zuncheddu), Il nuovo piano di rinascita (Graziano Pintori), I tre cardini del rinnovamento costituzionale (Gaetano Azzariti), Per il 156°Anniversario dell’Unità io non festeggio (Francesco Casula), Falsi e Bugiardi (Roberto Mirasola), Porto Ferro e dintorni, un P.U.L. da rivedere (Stefano Deliperi), Breast Unit. Donne in lotta per il diritto alla salute (Loredana Marongiu), La seduzione del Caos (Gianfranco Sabattini), Università e oppressione in Sardegna e Palestina (Andria Pili), Respingiamo il fascismo! Solidarietà a s’Idea libera (Red).

Buona lettura,

 

Il numero 233

mercoledì 1 marzo 2017
di Veronica Muntoni

di Veronica Muntoni

#SardegnaAvvelenata: Portoscuso: soldi pubblici sprecati, inquinamento, salute e paracarri (Stefano Deliperi), #SardegnaAvvelenata: Lavoro e salvaguardia del territorio: obiettivi da non separare (Marco Ligas), Giù le mani da Porto Ferro (Marcello Madau), Premio di maggioranza ed elezione diretta del presidente: l‘insostenibilità del modello regionale (Omar Chessa), Capitale umano e sviluppo territoriale (Gianfranco Sabattini), Roberto Spano. Permacultura significa cultura permanente (Cristina Ibba) I Sardi? Ladri e delinquenti. Ed anche “negri” (Francesco Casula), I silenzi della Signora (Raffaele Deidda), Fantacronache del PD (Ottavio Olita),  Una bella serata per una legge regionale democratica (Roberto Mirasola), Guardiamo la luna, non il dito (Cristiano Sabino), Manifestazione 8 Marzo NON UNA DI MENO a Cagliari (Red).

La foto di apertura è stata realizzata dalla fotografa Veronica Muntoni ed è dedicata allo sciopero globale dell’8 marzo organizzato dalla Rete Non Una Di Meno. Buona lettura,

Il numero 231

mercoledì 1 febbraio 2017

Ravensbruck, il lager delle donne (Gianfranca Fois), Post Referendum (Graziano Pintori), Migliaia e migliaia di ettari di terre collettive occupate da privati in Sardegna: Comuni e Regione devono recuperarli (Stefano Deliperi), La battaglia democratica dei cittadini, l’arroganza dei decisori politici e i costi della giustizia (Red) Passato e futuro dell’economia italiana rispetto all’economia-mondo (Gianfranco Sabattini), Costituzione e Referendum. Si va avanti (Roberto Mirasola), Quando i tiranni sabaudi rasero al suolo la Sardegna (Francesco Casula), Nasce il Comitato d’iniziativa costituzionale e statutaria (Red), L’ANPI per la Giornata della Memoria (Marco Sini), Ad Maiora, Nereide. Breve storia di un incontro mancato (M.Tiziana Putzolu), Costituzione, via maestra (Red), Luciano Marrocu su Grazia Deledda (Paola De Gioannis), L’oltraggio della sposa (Massimo Dadea),

Buona lettura,

Il numero 230

lunedì 16 gennaio 2017

Non fermarsi (Marco Ligas), Verso i referendum sul Job Act (Roberto Mirasola), Tra promesse e rinvii ‘La Collina’ è abbandonata a se stessa (Ottavio Olita), Ma esiste un Sardo o ce ne sono molti? (Francesco Casula), Disuguaglianze: come combatterle (Gianfranco Sabattini), Terre Libere: microstoria di una fu rivista nuorese (Amedeo Spagnuolo), La giornata della memoria 2017 (Gianfranca Fois), Giulio (Red), Ciao caro Giulio… ’buono da mangiare, buono da pensare’ (Marcello Madau), La politica sarda del binario morto (Graziano Pintori), Orsetta Bellani: “L’insurrezione in Chiapas non è finita” (Roberto Loddo), È arrivato il momento di praticare la Costituzione (Salvatore Lai), Petizione popolare contro il nuovo Editto delle Chiudende in Sardegna (Stefano Deliperi), Un’esperienza antimilitarista esemplare (Red).

Buona lettura,

Il numero 229

martedì 3 gennaio 2017
Foto di Chiara Caredda

Foto di Chiara Caredda – Geometrie del corpo

Aboliamo l’ergastolo (Graziano Pintori), Socialismo e imprese cooperative (Gianfranco Sabattini), Riscrivere lo Statuto. Come nuova Carta De Logu di sovranità (Francesco Casula), Diritti di uso civico e demani civici in Sardegna, ecco come la Giunta Pigliaru vuole realizzare il nuovo Editto delle Chiudende (Stefano Deliperi), Il professor Cipolla e il professor Pigliaru (Raffaele Deidda), La giunta Pigliaru come il vascello dei fantasmi (Andrea Pubusa), Carlo Felice e i tiranni Sabaudi: un libro da scoprire per scoprire se stessi (Giuseppe Melis), La Regione contro ‘La Collina’: superficialità, incompetenza o avversione? (Ottavio Olita), Fiamme d’inverno (Giulio Angioni).

Vi auguriamo una buona lettura e un buon 2017

Il numero 228

venerdì 16 dicembre 2016

Foto di Chiara Caredda – Ore 15.45

La vittoria del NO (Marco Ligas), Il cerchio magico (Graziano Pintori), Il NO sardo. Una sentenza di condanna ampia, ma nessun dorma (Claudia Zuncheddu), Bombe ecologiche ad Alghero (Stefano Deliperi), I giovani, Marx e il lavoro (Amedeo Spagnuolo), Le varie forme del capitalismo: pregi e difetti (Gianfranco Sabattini), La Sinistra sarda risorgerà come l’araba fenice? (Andrea Pubusa), Via libera all’aggiornamento del Piano Regionale Gestione Rifiuti Urbani e all’inceneritore di Tossilo (Red), Studenti occupano liceo Euclide: “La nostra scuola fa acqua da tutte le parti” (Red), Che cosa resta dei diritti umani? (Sandro Mosio)

Buona lettura,

Il numero 227

giovedì 1 dicembre 2016
Un NO di Stefano Puddu Crespellani

Un NO di Stefano Puddu Crespellani


Non una di meno (Cristina Ibba), La Costituzione nelle mani di Barbara D’Urso (Ottavio Olita), Ancora sulle ragioni del NO (Roberto Mirasola), L’economia è un mezzo verso un fine e non un fine in sé (Gianfranco Sabattini), Fronte Indipendentista Unidu: NO al rafforzamento centralista dello Stato coloniale (Red) Aids, Lila Cagliari celebra Giornata Mondiale di Lotta (Red), Lo studio restituito agli esclusi (Gianfranca Fois), Boschi: lo Statuto sardo non si tocca! (Francesco Casula), Eus nau ca NO. Tra le mille ragioni del NO dei sardi alla Riforma costituzionale (Claudia Zuncheddu), Incendi in Sardegna: il telerilevamento funziona o no? (Sefano Deliperi), Le reti tagliate di Capo Frasca (Luigi Piga), Yemen, Presidio contro la guerra (Re) Andrea Pubusa sfida Pigliaru a un pubblico confronto (Red), La riforma costituzionale e la politica del caviale (Raffaele Deidda).

Buona lettura,

Il numero 226

mercoledì 16 novembre 2016
Alessandra Cecchetto, Cridàr

di Alessandra Cecchetto, Cridàr

Non vogliamo tecnocrati: votiamo NO (Marco Ligas), I dubbi e le reticenze che hanno minato sin dall’origine l’accoglimento del messaggio del Manifesto di Ventotene (Gianfranco Sabattini), Il Sì e la perdita dello spirito pubblico (Francesco Cocco), La Costituzione del Caudillo (Graziano Pintori), La Scuola Popolare di Is Mirrionis raccontata in un libro (Ottavio Olita), Parco naturale Santa Gilla, Molentargius e Sella del Diavolo, consueto fumo negli occhi e scarse prospettive di efficace tutela ambientale (Stefano Deliperi), In Europa i partiti di “sinistra” non rappresentano più il lavoro (Vittorio Capecchi), L’America di Donald Trump: ritratto di un mondo in cui tutti sono contro tutti (Loris Campetti), C’è chi sente vertigini (Giulio Angioni), Storie in Trasformazione, di viaggio e migrazione (Red) La scuola a “Badu ‘e Carros” (Amedeo Spagnuolo), Carlo Smuraglia a Cagliari. In difesa della Costituzione, per il No nel referendum (Red), Un No per estendere la democrazia (Andrea Mura), Il NO e le riforme (Marcello Tuveri), International Meeting of Young Independentists (Red).

L’immagine di apertura del nuovo numero è della fotografa Alessandra Cecchetto, Cridàr. Buona lettura,

 

Il numero 225

martedì 1 novembre 2016
ombrettacorda-0461

Ombretta Corda

Più che mai NO (Marco Ligas), Noi, potenziali Daniel Blake (Eva Garau), Il sardo lingua romanza minoritaria (Graziano Pintori), Ricordando Aquilino Cannas, il cantore di Cagliari e dei diseredati (Francesco Casula), Quando il campo era in via San Paolo (Gianni Loy), La Giunta Pigliaru persevera per il nuovo Editto delle Chiudende, il Consiglio regionale la segue (Stefano Deliperi), Esilio e coscienza (Mauro Tuzzolino), “Smontaggio” dell’economia mista e crisi del capitalismo italiano (Gianfranco Sabattini), Referendum Costituzionale. Quali prospettive per la Sardegna? (Roberto Mirasola), Giornata mondiale di mobilitazione per Kobane (Red), Il No alla Riforma costituzionale per la tutela del territorio e dell’ambiente sardo (Claudia Zuncheddu), Cari babbo e mamma (Giulio Angioni), Il Sì come legittimazione politica (Ottavio Olita), Turchia: La Rete Kurdistan Sardegna contro la repressione (Red), Marcia Sarda per la Pace (Red), Walter, come Pino Welby, come Eluana Englaro (Ottavio Olita), Prima della legge 180, psichiatria e politica (Red), Ritorna il Mese dei Diritti Umani 2016 (Red).

La foto di apertura è stata realizzata da Ombretta Corda, artista, dopo anni di esperienze all’estero oggi vive e lavora a Siliqua. Buona lettura.

Il numero 224

domenica 16 ottobre 2016
“Faster than you!” opera di Fabio Costantino Macis vincitrice del Premio Internazionale d’Arte Contemporanea Lynx

“Faster than you!” opera di Fabio Costantino Macis vincitrice del Premio Internazionale d’Arte Contemporanea Lynx

Vicende di ordinaria normalità (Marco Ligas), Oltre i festival, per una nuova alfabetizzazione (Ottavio Olita), Santo Stefano: area naturale protetta, turismo e base militare (Stefano Deliperi), Contorni. Di chi è il potere? (Giulio Angioni), Le nozze d’oro tra Bayer e Monsanto (Cristina Ibba), Il federalismo tra Stati di Hayek e il processo di unificazione politica dell’Europa (Gianfranco Sabattini), Zedda: dichiarazioni programmatiche, un’occasione persa (Roberto Mirasola), Migranti a casa nostra (Gianfranca Fois), Sardegna e Miniere (Roberto Vacca), Io voto NO (Raffaello Ugo), Boicottaggio accademico di Israele: un anno di lotte a Cagliari (Andrìa Pili), Scuola e Costituzione: le ragioni del NO (Amedeo Spagnuolo), Il NO degli indipendentisti al referendum (Francesco Casula), Scienza ed etica. l’Ateneo sardo sostiene l’occupazione israeliana (Aldo Lotta), Con le migliori intenzioni. Immigrati e l’utopia dell’integrazione (M.Tiziana Putzolu), La Marcia della Pace Perugia – Assisi 2016 (Graziano Pintori), I sardi non sono immuni al razzismo (Roberto Loddo), Iscol@, didattica e dispersione scolastica (Riccardo Caoci).

Buona lettura,

Il numero 223

sabato 1 ottobre 2016
Foto Mattia Aziz Ferino

Foto di Mattia Aziz Ferino

Parlamento illegale e colpi di mano: così è nata la riforma su cui voteremo (Ottavio Olita), Olimpiadi e non solo (Marco Ligas), Tre domande sulla politica urbanistica a Cagliari (Stefano Deliperi), La legge contro le moschee (Gianfranca Fois), Contorni: Dove sta il potere? (Giulio Angioni), Le ragioni sarde del NO (Roberto Mirasola), L’autonomia delle regioni meridionali compromessa dalla riforma costituzionale Renzi/Boschi (Gianfranco Sabattini) I giovani al tempo del capitalismo selvaggio (Amedeo Spagnuolo), Sen’istandard sa limba sarda si nche morit (Francesco Casula), Studenti e studentesse in Sardegna per il NO (Siria Alaska), Fermiamo la mega discarica a Villacidro (Alessia Etzi), La riforma Renzi non garantisce l’autonomia sarda e mina alla radice le prospettive di un nuovo Statuto speciale (Tonino Dessì).

Buona lettura,

Il numero 222

venerdì 16 settembre 2016

Accelera la privatizzazione della sanità pubblica in Sardegna (Claudia Zuncheddu), Non si può tagliare il bosco senza autorizzazione paesaggistica. Motoseghe abusive al Marganai (Stefano Deliperi), Il modo errato di concepire il ruolo e la funzione del denaro e la crisi del capitalismo (Gianfranco Sabattini), Eccidio di Bugerru, una domenica di sangue (Paola De Gioannis), Migranti: aiutarli a casa loro? (Gianfranca Fois), Commercio a Cagliari (Roberto Mirasola), Il G20 dell’inconcludenza (Graziano Pintori), Raimondo Manelli, il valente poeta gavoese cantore dei vassallos (Francesco Casula), Da Gerico alla Sardegna: lo sport come ponte tra la Palestina e il mondo (Omar Suboh), Lorenzo, tra satira e cinesica (Bastiana Madau), A Foras Camp 2016. Gettare le basi per liberare la Sardegna (Nadir Congiu), Pedalata per dire NO (Red), Cagliari senza istruzione artistica (Mimmo Domenico Di Caterino).

Il manifesto sardo ha partecipato e sostenuto A foras camp 2016, il campeggio contro l’occupazione militare della Sardegna nel Bosco di Seleni, a Lanusei. Pubblichiamo l’audio registrazione integrale dell’assemblea cittadina e della plenaria conclusiva.

Con il numero 222 allarghiamo la redazione de il manifesto sardo con l’ingresso di Francesca CoronaChiara CareddaOttavio Olita e Roberto Mirasola.

Buona lettura,