Il Liceo Musicale

16 giugno 2017
Riccardo F. Sarais

Articolo di Riccardo F. Sarais nel dossier LAC sul diritto allo studio negato nel Liceo Artistico e Musicale “Foiso Fois”. Una serie di articoli interamente realizzati dagli studenti e le studentesse della scuola in accordo con la redazione de il manifesto sardo che sostiene la loro mobilitazione. (Red)

L’ indirizzo musicale da due anni è ormai una realtà al Liceo Artistico di Cagliari. Il musicale è formato da due classi 1′ e 2′ M ed è strutturato in questo modo: C’è un indirizzo unico per tutti e cinque gli anni scolastici e all’ inizio del corso di studi ogni ragazzo dovrà scegliere lo strumento principale e quello complementare. Del primo strumento si faranno 2 ore settimanali, una di pratica e una di ascolto e per il secondo strumento si farà 1 ora settimanale suddivise in mezz’ora di pratica e mezz’ora di ascolto.

Diversamente dal Conservatorio nel quale lo strumento complementare è obbligatoriamente il pianoforte, qui invece si può scegliere qualsiasi strumento. Le lezioni di strumento si tengono di pomeriggio dopo le normali ore di lezione al mattino. In orario curricolare le materie di indirizzo sono:TAC (Teoria, Analisi, Composizione), Storia della musica e Tecnologie musicali. Inoltre per due ore alla settimana c’ è lezione di musica d’insieme, la quale è suddivisa in: musica d’insieme per fiati, musica d’insieme per archi, musica da camera e coro.

Ma si riscontrano dei grossi problemi, è davvero complicato dividere quattro materie in due sole ore. Fino ad oggi abbiamo cercato di ottimizzare al meglio i tempi dedicando a ciascuna materia mezz’ora, ma per far si che vengano fuori dei veri musicisti non ci è stato concesso abbastanza tempo e anche per le lezioni serali di strumento sono davvero troppo poche le ore. Un altro problema è la mancanza di aule insonorizzate necessarie per ogni strumento a finché si abbia la migliore acustica per studiare musica; anche per questo problema abbiamo cercato di trovare una soluzione con dei pannelli fonoassorbenti, ma a causa della situazione logistica del Liceo Artistico, ogni anno siamo costretti a smantellare l’ unica aula “insonorizzata” imbandita in modo precario.

L’ ultimo problema che volevo elencare è la mancanza di uno studio di registrazione e di un aula per le lezioni di tecnologie musicali. Questa materia è davvero molto importante per la nostra preparazione come musicisti anche perché potremo uscire, insieme a TAC, come materia all’esame di Stato. Ogni alunno dovrebbe avere la possibilità di avere un computer personale per poter lavorare sui programmi musicali e di poter sperimentare con la pratica ciò che accade in uno studio di registrazione o di imparare il lavoro del fonico in una performance live.

Anche noi del musicale viviamo una situazione disagiata. Negli anni a venire le classi del musicale aumenteranno, si arriverà ad una quinta e per ovvie ragioni ci sarà bisogno di più spazi, sopratutto per le lezioni individuali la sera. Si deve pensare ad una scuola per il futuro, non solo per il presente. Save the Lac!

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI