Le parole dell’Asce sulla bomba al centro di accoglienza di Dorgali

28 luglio 2017

foto Roberto Pili

[Red]

L’ASCE, Associazione Sarda contro l’Emarginazione, vuole denunciare il vile gesto di questa notte al centro di prima accoglienza in località “Su Babbu Mannu” a Dorgali esprimendo la propria solidarietà alle persone accolte nella struttura, agli operatori e a tutta la comunità di Dorgali.

Per Enrico Puddu, coordinatore degli sportelli di segretariato sociale dell’ASCE poteva essere una strage: “Fortuna ha voluto che tutti siano rimasti illesi. Questi episodi potrebbero non essere gli ultimi se la società civile, le organizzazioni e le amministrazioni non alzeranno la testa per contrastare il fenomeno della xenofobia e del razzismo che trova sponda nelle alti palazzi del potere e nelle azioni di disinformazione da parte dei media. Quante lacrime e sangue verranno versate quando questa guerra tra poveri raggiungerà il suo apice?”

Per il rappresentante dell’ASCE Enrico Puddu attaccare i migranti è sempre sbagliato, bisognerebbe unirci con coloro che soffrono come noi per lottare insieme e migliorare le condizioni di vita di tutti: “Siamo tutti e tutte migranti, precari, poveri e sfruttati. Quando attaccano, segregano, umiliano i migranti in realtà peggiorano la vita di tutti noi e chi invece ci guadagna fomentano una guerra tra poveri qui in Sardegna come in tutta Europa. Non è l’ideologia che porta a scrivere queste righe, non è il vittimismo o l’assistenzialismo verso i più deboli ma è la realtà dei fatti che sempre con più forza si manifesta a noi”.

L’associazione si unisce alla comunità di Dorgali conscia del fatto che la Sardegna, ora più che mai, debba dimostrare al mondo intero che il razzismo, la paura del diverso e l’intolleranza non facciano parte della nostra storia e cultura. “L’ASCE” – conclude Enrico Puddu – “Sosterra e parteciperà a qualunque iniziativa di contrasto al fenomeno del razzismo a Dorgali e in tutta la Sardegna”.

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI