Usa, Francia e Gran Bretagna bombardano la Siria

14 aprile 2018
[red]

Ciò che sta avvenendo in queste ore in Siria è drammatico, e ancor più drammatica è la serie di reazioni e minacce che le grandi potenze e i loro alleati si stanno scambiando. I bombardamenti di Usa, Gran Bretagna e Francia sono gravissimi e illegali. Bisogna mobilitarsi. Occorre l’immediata convocazione del Parlamento italiano perché il governo riferisca sulle sue intenzioni e ci sia su queste la necessaria discussione. La conferenza stampa del presidente Gentiloni è vergognosa perché giustifica una guerra priva di ragione in contrasto con la costituzione italiana e perché è la dimostrazione di un governo senza più legittimità eterodiretto dai paesi che hanno deciso di bombardare la Siria.

Oltre alla risposta di mobilitazione immediata è necessario che il movimento contro la guerra in Sardegna, come fece in un non lontano passato, costruisca una mobilitazione la più larga possibile. Un passo verso una nuova guerra generalizzata è stato fatto e va fermato subito. Tutti dovremmo saperlo: “Oggi l’umanità non può più permettersi conflitti armati, pena l’autodistruzione della specie” Consapevole di ciò l’assemblea delle Nazioni Unite, il 17 marzo 2017, ha approvato a maggioranza una risoluzione per l’entrata in vigore di un Trattato per l’abolizione delle armi nucleari.
Il conflitto in Siria potrebbe portare a una pericolosa e possibile escalation tra le due superpotenze USA e Russia. Una cornice di guerra che fa da contorno alla costante persecuzione a cui è sottoposto il popolo curdo e l’aggressione sistematica che il governo israeliano sta perpetrando nei confronti della popolazione palestinese disarmata. Come redazione del manifesto sardo chiediamo l’immediato “Cessate il Fuoco!” in tutte le aree di guerra e l’avvio di una decisa azione diplomatica da parte dell’Europa affinché si giunga ad una pace equa e duratura in tutto il Medio Oriente e in Nordafrica.

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI