Aggressione all’assemblea degli studenti. I fascisti difendono il governo con la violenza

16 Febbraio 2019
[red]

Ieri a Cagliari l’assemblea studentesca cittadina, convocata per organizzare la lotta del movimento studentesco in solidarietà ai pastori dopo le proteste degli ultimi giorni e in particolare la manifestazione del 22 febbraio contro il governo e le politiche scolastiche, è stata aggredita fisicamente da un gruppo di fasci appartenenti a Casapound, alcuni dei quali adulti. Due dei partecipanti sono stati feriti, uno con il naso fratturato. Pubblichiamo il comunicato degli studenti di Cagliari. (red).

Gli studenti si organizzano per protestare contro il governo, i neofascisti lo difendono con la forza. Oggi come ieri l’estrema destra è il cane da guardia di questo sistema e dei padroni. Dopo aver aggredito due studenti che si stavano recando l’assemblea e aver cercato di interromperla, hanno anche il “coraggio” di presentarsi come le povere vittime per essere stati allontanati dagli studenti. Vogliono ribaltare la realtà con un vittimismo ridicolo e documentazioni inconsistenti, negando l’evidenza di un agguato programmato nei minimi particolari.

L’aggressione che abbiamo subito ci dimostra che siamo dalla parte giusta. Il miglior modo per rispondere a queste provocazioni è con una grande mobilitazione studentesca il 22 febbraio in tutte le città d’Italia.
Si invitano inoltre i cittadini a mobilitarsi in solidarietà ai pastori sardi oggi, 16 febbraio alle 15 in piazza Yenne.

1 Commento a “Aggressione all’assemblea degli studenti. I fascisti difendono il governo con la violenza”

  1. Mario Bariona scrive:

    Lotta dura senza paura….

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI