Archivio di agosto 2018

Un premio letterario dedicato a Giulio Angioni

giovedì 30 agosto 2018
[red]

Il Comune di Guasila e l’associazione culturale Figli d’Arte Medas hanno indetto il bando di concorso “Premio Letterario Giulio Angioni”. Si potrà partecipare con poesie in italiano o in sardo. (altro…)

Conversione ecologica o barbarie

martedì 28 agosto 2018

Foto Roberto Pili

[Guido Viale]

L’Unione, già Comunità (che vuol dire mettere le proprie risorse in comune) Europea, si sta dissolvendo sotto i nostri occhi. Forse si è già dissolta. A prima vista la causa più evidente di questo fallimento, come molti di noi avevano previsto, è la cosiddetta “crisi migratoria”: è evidente che trattare decine o centinaia di migliaia di esseri umani come pacchi, come un peso da scaricarsi l’un l’altro e facendo finta, a ogni nuovo arrivo, di affrontare il problema per la prima volta, non è una politica lungimirante. (altro…)

I magistrati democratici sul divieto alla nave Diciotti

venerdì 24 agosto 2018

Stato Migrante – Foto di Roberto Pili

[red]
Il comunicato del coordinamento nazionale di Area Democratica per la Giustizia, il gruppo della magistratura associata aperto alla collaborazione di tutti i magistrati che si riconoscono nei valori della democrazia e della libertà sul sequestro imposto dal governo italiano a 177 migranti. (red)

(altro…)

I migranti e l’eclisse del diritto

giovedì 23 agosto 2018
[Livio Pepino]

Non sono tra i pasdaran dell’interventismo giudiziario e, anzi, diffido di chi pensa che le grandi questioni politiche e sociali si risolvano nelle aule dei tribunali. (altro…)

All’assalto della democrazia rappresentativa e del parlamento

giovedì 23 agosto 2018

Foto Roberto Pili – Stato Migrante

[Luciana Castellina]

Sotterrati anche noi, per fortuna solo psicologicamente, dalle macerie di ponti e fanghi; allibiti per le dimensioni della superficialità, se non della corruttela, che presiede e ha presieduto l’azione dello stato; inorriditi dalle immagini dei 177 migranti stipati nella Diciotti senza poter sbarcare sul molo distante un metro; (altro…)

Uscita dal memorandum. Il discorso di Tsipras da Itaca

mercoledì 22 agosto 2018
[Alexis Tsipras]

Il discorso del presidente greco Alexis Tsipras da Itaca sulla giornata storica dell’uscita della Grecia dai memorandum. (red) (altro…)

La solitudine di Praga 50 anni fa, ci ha lasciato i mostri di oggi

domenica 19 agosto 2018

La fine della primavera. Pubblichiamo una serie di contributi sul drammatico Agosto 1968, l’invasione sovietica di Praga. Nella notte tra il 20 e il 21 agosto del 1968 i carri armati sovietici entrano nella capitale cecoslovacca e mettono fine alla Primavera di Praga. Luciana Castellina scrive su il manifesto di oggi che se allora la sinistra avesse reagito subito diversamente, forse oggi non avremmo a che fare con una Visegrad. (red)

[Luciana Castellina]

No, non è uguale agli altri che l’hanno preceduto questo cinquantesimo anniversario dell’agosto praghese, quando i carri armati di Mosca marciarono sulla città per mettere fine al tentativo di rendere il socialismo migliore e diverso da quello che fino ad allora era stato. Perché oggi ci impone una riflessione ulteriore, sia pure retrospettiva. (altro…)

Pci e Praga, incertezza e viltà

domenica 19 agosto 2018

La fine della primavera. Pubblichiamo una serie di contributi sul drammatico Agosto 1968, l’invasione sovietica di Praga. Nella notte tra il 20 e il 21 agosto del 1968 i carri armati sovietici entrano nella capitale cecoslovacca e mettono fine alla Primavera di Praga. Rossana Rossanda ha scritto questo pezzo il 21 agosto 1998 su il manifesto, nell’inserto «Praga 68-98». (red)

[Rossana Rossanda]

Non fu una pagina gloriosa per il Pci quella della Cecoslovacchia. Il «nuovo corso» era l’estremo tentativo di uscita dalla rigidità del sistema condotto da un partito comunista ancora forte, sostenuto da una intellighentia impegnata e da una fiducia popolare esente dalle spinte anticomuniste che si erano infiammate nel 1956 nella rivolta ungherese (altro…)

Praga è sola

domenica 19 agosto 2018

La fine della primavera. Pubblichiamo una serie di contributi sul drammatico Agosto 1968, l’invasione sovietica di Praga. Nella notte tra il 20 e il 21 agosto del 1968 i carri armati sovietici entrano nella capitale cecoslovacca e mettono fine alla Primavera di Praga. Lucio Magri ne scrive nel 1969, un anno dopo l’invasione sovietica. Fu una delle ragioni principali della radiazione dal Pci: non a caso erano nette le prese di distanza dalla politica sovietica. (red).

Lucio Magri

La Cecoslovacchia non suscita più vera emozione. Qualche grosso titolo nei quotidiani e le sonanti dichiarazioni dei leaders non bastano a nascondere l’accettazione dello stato di fatto. Ognuno tira l’acqua al suo mulino, cercando di trarre il maggior (altro…)

Grandi opere? No grazie

domenica 19 agosto 2018
[Guido Viale]

Ai sostenitori senza se e senza ma delle Grandi opere, che nel crollo del ponte Morandi vedono solo l’occasione per recriminare la mancata realizzazione della Gronda, passaggio complementare e non alternativo al ponte crollato, va ricordato che anche quel ponte è (era) una “Grande opera” (altro…)

Marco Ligas presenta “Una storia” a Villacidro

sabato 18 agosto 2018
[red]

Lunedì 3 settembre 2018 alle ore 18.30 a Villacidro nel “Giardino dei sensi” in via Repubblica 1, angolo Via Rio Fluminera il Circulu Literàriu Joyce Lussu Biddacidru in collaborazione con La Clessidra Cooperativa Sociale organizzano la presentazione del nuovo libro di Marco Ligas “Una storia. La Sardegna e il mondo negli scritti del Manifesto Sardo”, Cuec Editrice 2018, collana prospettiva idee. Interverranno Antonio Muscas dell’ Assemblea Permanente Villacidro e Roberto Loddo de il manifesto sardo. (altro…)

Sul ponte Morandi

venerdì 17 agosto 2018
[Antonio Muscas]

Pubblichiamo l’opinione di Antonio Muscas sul ponte Morandi crollato a Genova. (red) (altro…)

Milena Agus alla rassegna culturale oranese

giovedì 16 agosto 2018
[red]

Prenderà il via il 25 agosto a Orani, alle ore 19, nell’antica piazzetta Su Postu, in cui si affaccia la casa del grande pittore oranese Mario Delitala, il secondo appuntamento della rassegna “QU.TU – Quando tutte le donne del mondo (altro…)

Perchè Riace fa tanta paura al ministro Salvini?

giovedì 16 agosto 2018
[Caterina Amicucci]

In questi giorni il piccolo borgo calabrese di Riace, famoso in tutto il mondo per il suo modello virtuoso di accoglienza diffusa dei migranti, è un crocevia di attivisti, giornalisti, personalità e curiosi. (altro…)

Appello di Giovanna Marini per Riace

martedì 14 agosto 2018
[Giovanna Marini]

Riceviamo e condividiamo l’appello lanciato da Giovanna Marini a sostegno del progetto di Riace, città dell’accoglienza. Il blocco dei fondi statali, dal 2016, sta mettendo in serio discussione il lavoro e l’esperienza ventennali sperimentati con grande successo nella cittadina calabrese. Come ha scritto Il Sole 24 ore “rischia di saltare il più virtuoso ed efficace modello di integrazione che ha rigenerato il tessuto sociale in un’area intera della Calabria ravvivando l’economia”. A Riace, dove è iniziato uno sciopero della fame del sindaco Domenico Lucano, e da operatori e operatrici delle tante attività create nella cittadina, sono arrivati nei giorni scorsi anche Ada Colau, sindaca di Barcellona, padre Alex Zanotelli, e poi il sostegno di sindaci come quello di Parma, Federico Pizzarotti, o di Napoli, Luigi De Magistris. (altro…)

Per un diritto internazionale dell’ospitalità

martedì 14 agosto 2018

Foto Roberto Pili – Stato Migrante

[Étienne Balibar]

L’ecatombe quotidiana nel Mediterraneo impone una rifondazione delle norme pari alla portata dei grandi proclami del dopo guerra. Non sono una classe né una razza, la condizione degli erranti rappresenta la mancanza di diritti che bisogna colmare perché ci sia finalmente uguaglianza nell’umanità. (altro…)

La lucertola di carta di Anna Steri

sabato 11 agosto 2018
[Alessia Etzi]

“La lucertola di carta” è un romanzo intenso e di valore, per lo stile e per la trama, emotivamente coinvolgente ed originale. Un romanzo in cui si parla d’amore, sentimento e stato di grazia verso cui tendono tutti i personaggi che prendono vita dalla penna della scrittrice. (altro…)

Vere e false globalizzazioni

giovedì 9 agosto 2018
[Guido Viale]

Il “sovranismo”, l’idea di poter contare di più restituendo agli Stati i poteri ceduti alla finanza internazionale, è la versione odierna del nazionalismo, che scivola facilmente verso il razzismo (da “prima gli italiani” a “fuori i negri e i mussulmani”) ed è pienamente compatibile con la globalizzazione governata dal grande capitale. (altro…)

Nasce la rete sarda contro l’esclusione, il razzismo, l’omofobia e i linguaggi d’odio

sabato 4 agosto 2018
[red]

Trentacinque organizzazioni lanciano “Umani sopra – tutto” la rete sarda contro l’esclusione sociale, il razzismo, l’omofobia e i linguaggi dell’odio. I fatti di cronaca nazionale ed internazionale stanno evidenziando una crescente intolleranza nei confronti dei “diversi da noi” che, se non arginata, può portare ad un processo di “de-umanizzazione” dell’altro: lo straniero, il disabile, l’omosessuale, il povero e tutti i soggetti deboli. (altro…)

Il numero 266

mercoledì 1 agosto 2018

Dare a Tsipras quel che è di Tsipras (Marco Revelli), Turchia e dintorni. Gli armeni nella storia turca (Emanuela Locci), Paolo Savona e le sorti dell’euro (Gianfranco Sabattini), La Corte costituzionale rende ancor più incerta la sorte dei demani civici in Sardegna (Stefano Deliperi), La battaglia contro la disumanizzazione (Guido Viale), La legge 180 sopravviverà anche a Salvini (Gisella Trincas), Una lettera per Vincenzo Pillai (Cristiano Sabino), La grecia e il fuoco dell’indignazione (Moni Ovadia), Campagna “Sblocca Italia Game Over” e i tradimenti del nuovo governo (Claudia Zuncheddu).

Come Manfesto sardo abbiamo deciso di sostenere la battaglia del vasto movimento di intellettuali e organizzazioni ambientaliste contro il famigerato DdL n° 409 “Disciplina generale per il governo del territorio”. Un Ddl che va nella direzione contraria delle indicazioni nazionali e internazionali sul consumo di suolo e che evoca cemento e betoniere entro i 300 metri dal mare. Per questo motivo da oggi iniziamo a raccogliere e pubblicare diversi articoli e riflessioni sul tema della sopravvivenza del suolo, dei paesaggi e dell’ambiente della Sardegna. (red) 

Le priorità di una legge urbanistica (Marco Ligas), Alla stretta finale l’esame del disegno di legge regionale sul governo del territorio (Stefano Deliperi), Difendiamo i valori paesaggistici della Sardegna (Legambiente Sardegna).

Buona lettura e buon inizio di agosto,