Il Mese dei Diritti Umani

16 Novembre 2012

Il “Mese dei Diritti Umani” è la nuova campagna di sensibilizzazione lanciata comitato sardo “Stop Opg” che vuole coinvolgere la società civile, il mondo della cultura, della conoscenza, dell’arte e tutte le cittadine e i cittadini interessati e sensibili al rispetto dei diritti umani. (Red)

Nessun governo può utilizzare l’emergenza pubblica, la sicurezza e l’ordine pubblico per giustificare la tortura delle persone e negare i loro diritti. Il comitato sardo “Stop Opg” in occasione della giornata mondiale dei Diritti Umani che si celebra in tutto il mondo, propone un mese di eventi di cultura e approfondimento per sensibilizzare le cittadine e i cittadini sardi alla tutela dei diritti umani. Le tematiche che verranno trattate vanno dall’abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari, ai diritti civili delle cittadine e dei cittadini migranti, al diritto all’informazione libera, ai diritti nel mondo della salute mentale e al riconoscimento dei diritti civili delle persone private della libertà personale.

L’iniziativa, patrocinata dalla Asl 8 di Cagliari e dalla provincia di Cagliari, si svolgerà in tutta la Sardegna dal 10 novembre al 10 dicembre 2012. La data del 10 dicembre è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948. Le organizzazioni sensibili e interessate potranno organizzare un evento in ogni comune della Sardegna all’interno di questo periodo e dovranno comunicare giorno, luogo e titolo dell’evento, alla segreteria organizzativa del “Mese dei Diritti Umani”.

Visitate il sito mesedeidirittiumani.blogspot.it per seguire e partecipare alle iniziative in programma.

1 Commento a “Il Mese dei Diritti Umani”

  1. Joan Oliva scrive:

    GAZA
    Notte dei diritti dei bambini
    Sonni agitati
    Babbo, ho sete
    Bombe sulla nostra testa
    Macerie sui nostri corpi
    Silenzio sui nostri lamenti
    S’aprono gli occhi d’un cuore bambino
    E’ troppa la luce
    Siamo costretti a spegnerci
    Vi lasciamo al buio
    Le vostre urla di terrore
    Non riescono a svegliarci
    Più.

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI