Le alberature storiche sono un pezzo di identità di Carbonia!

1 Luglio 2015
ViaTriesteCarbonia2
Stefano Deliperi

Che cosa costituisce l’identità di una città? Che cosa ne costituisce la “forma” urbanistica, così come viene percepita dai suoi abitanti?

Gli alberi e il verde pubblico, le alberature storiche in particolare, sono parte dell’identità di un centro urbano? Una città è costituita certamente anche dal suo verde pubblico, anzi è uno degli aspetti fondamentali della “qualità della vita” di un centro urbano piccolo o grande che sia. Dev’essere preservato, incrementato, curato.

Ancora molti amministratori locali non l’hanno capito. Quelli di Carbonia, per esempio. Da tempo, senza particolari spiegazioni, i tagli degli alberi del centro urbano di Carbonia si succedono periodicamente fra le proteste di numerosi cittadini e una petizione popolare con un centinaio di sottoscrittori. Nella Via Trieste ormai i pini sono un ricordo. Eppure erano presenti fin dalla fondazione della Città del carbone, nel 1938.

Sul sito web istituzionale del Comune di Carbonia non è disponibile alcuna relazione/perizia tecnico-scientifica che attesti la presenza di esemplari arborei malati e/o pericolosi per la pubblica incolumità, tanto da doverne richiedere l’abbattimento, ma unicamente l’ordinanza del Responsabile del Servizio Polizia locale n. 9 del 16 gennaio 2015 che dispone per l’intero 2015 – su richiesta del 10 dicembre 2014 (prot. n. 40271) da parte della società controllata SO.MI.CA. s.p.a. – “la chiusura temporanea totale o parziale delle vie cittadine interessate dai lavori di potatura o abbattimento delle alberature insistenti nelle strade del centro urbano”, facendo supporre la sussistenza di ulteriori tagli di alberature.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha, quindi, raccolto le segnalazioni di numerosi residenti e ha inoltrato varie richieste di informazioni ambientali (22 marzo 2015, 27 aprile 2015) unitamente a un’istanza per l’avvio della procedura di verifica dell’interesse culturale (art. 12 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) riguardo le alberature storiche di Carbonia, ben presenti anche nel tour pubblicitario istituzionale.

Il Comune di Carbonia non ha finora risposto, per cui è stata inoltrata una terza richiesta (30 giugno 2015), interessando anche il Ministero per i Beni e Attività Culturali e il Turismo, la Direzione generale per i Beni Culturali e Paesaggistici per la Sardegna, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici cagliaritana e, per opportuna conoscenza, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Le foto storiche e i cinegiornali “Luce” ci raccontano una Carbonia realizzata proprio con le vie alberate a dar un’impronta di qualità e decoro al nuovo centro urbano. Ora la politica del verde pubblico sembra sia appannaggio esclusivo delle motoseghe e dell’incultura.

Si ricorda, in proposito, che l’art. 10, comma 4°, lettera g, del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i. prescrive che le pubbliche piazze, vie, strade e altri spazi aperti urbani di interesse artistico o storico che siano appartenenti allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro” (art. 10, comma 1°, decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) devono essere sottoposte alla verifica dell’interesse culturale, ai sensi dell’art. 12 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i. Fino al completamento della procedura di verifica dell’interesse culturale i beni sono sottoposti alla disciplina della parte II (Beni culturali) del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i., in particolare con divieto di distruzione o danneggiamento (art. 20).

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha quindi nuovamente chiesto – nelle more dell’avvio del procedimento di verifica dell’interesse culturale – l’adozione degli opportuni provvedimenti cautelari e sospensivi delle operazioni di taglio arboreo (art. 28 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), al fine di evitare il danneggiamento o la distruzione delle alberature storiche di Carbonia, presenti nel tessuto storico della Città verosimilmente nell’impianto originario della fondazione (1938).

Sarebbe ora che un po’ di sano buon senso raggiunga finalmente l’Amministrazione comunale di Carbonia e la spinga a rivedere profondamente un’operazione di tagli arborei tanto contestata dai propri cittadini quanto distruttiva della stessa identità del centro minerario.

1 Commento a “Le alberature storiche sono un pezzo di identità di Carbonia!”

  1. Le alberature storiche sono un pezzo di identità di Carbonia! | Gruppo d'Intervento Giuridico onlus scrive:

    […] su Il Manifesto Sardo (“Le alberature storiche sono un pezzo di identità di Carbonia!“), n. 195, 1 luglio […]

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI