Marco Revelli sulla manifestazione sì Tav: “In piazza una città perduta e tradita dagli imprenditori”

13 novembre 2018
[Stefano Caselli]

“Fatico a dare una definizione alla manifestazione di sabato scorso. Forse la più adatta è ‘la piazza della città perduta’”. Parola di Marco Revelli, sociologo ma soprattutto torinese. Continua »

Il valore della cura come antidoto al razzismo di Stato

10 novembre 2018
[Maria La Porta]

Fra i diritti fondamentali sotto attacco in questo momento nel nostro paese ma anche in altri stati europei e non, ci sono certamente quelli delle persone migranti e delle donne. Continua »

Il figlio del secolo e la degenerazione della politica

10 novembre 2018
[Rossana Rossanda]

Differentemente da Galli Della Loggia, ho trovato interessante il libro di Antonio Scurati (M. Il figlio del secolo, Bompiani 2018) malgrado gli errori nei quali egli è incorso, e che considero responsabilità non soltanto sua ma di un editing nel quale consisterebbe la differenza fra editore e stampatore, ma cui gli editori oggi tendono perlopiù a rinunciare. Continua »

Landini: una nuova confederalità per tutto il lavoro

9 novembre 2018

(Roberto Monaldo/LaPresse)

[Tommaso Cerusici]

Quali novità mette in campo questo congresso? Parlo esplicitamente di novità visto che, a differenza di quelli del 2010 e 2014, si sta andando verso una costruzione unitaria del percorso congressuale. Continua »

Bullsonaro wave

7 novembre 2018
[Maurizio Matteuzzi]

Il trionfo della destra. Completo. Totale. Vecchia e nuova. Destra economica (Paulo Guedes, prossimo ministro delle finanze, fanatico liberista della scuola di Chicago, seguace del professor Milton Friedman e del “modello cileno” del generale Pinochet), estrema destra politica (Jair Bolsonaro, prossimo presidente della repubblica a partire dal primo gennaio 2019, che qualcuno ha definito “l’antitesi rabbiosa del Lulopetismo”, l’incarnazione della “post-verità” nel tempo delle fake-news e di WhatsApp o del “pre-fascismo”, il “Trump tropicale” o peggio, l’ ex-militare circondato da militari, nostalgico confesso della dittatura del 1964-1985 in un paese che, unico in America Latina, non ha mai fatto i conti con il proprio passato e fino a pochissimi anni fa continuava a celebrare il 31 marzo, il giorno del golpe). Continua »

No all’ampliamento della fabbrica di bombe. Basta con la Rwm

7 novembre 2018
[red]

Il Comune di Iglesias potrebbe aver già deciso di autorizzare 2 nuove linee produttive della RWM Italia spa, in regione San Marco. Consentirebbero alla fabbrica di triplicare la produzione e di sostenere ulteriormente la
distruzione dello Yemen ad opera dell’Arabia Saudita, destinataria di una partita di circa 20.000
bombe per aereo. Nei mesi scorsi il Comitato Riconversione RWM e Italia Nostra Sardegna si sono costituiti nella Conferenza dei Servizi convocata per il procedimento autorizzativo in qualità di portatori d’interesse diffuso e hanno fatto presente all’amministrazione comunale di Iglesias numerose perplessità rispetto alla compatibilità ambientale del progetto ed alla correttezza dell’operazione dal punto di vista giuridico. Pubblichiamo il comunicato di Arnaldo Scarpa e Cinzia Guaita (Comitato Riconversione RWM) e Graziano Bullegas (Italia Nostra Sardegna)
Continua »

Il numero 271

1 novembre 2018

Foto di Roberto Pili

Portoscuso sull’orlo di una crisi ambientale e sanitaria (Stefano Deliperi), Turchia e dintorni. I molti volti della Turchia (Emanuela Locci), Annino Mele e la liberazione della necessità del carcere (Tonina Paba), L’uguaglianza affonda le sue radici nella differenza (Michela Calledda), 4 novembre: Centenario della Vittoria. Ma vittoria di chi e di che? (Francesco Casula), Il costo della noncuranza (Aldo Lotta), Come elaborare un Piano Energetico Sardo? (Antonio Muscas), Omicidi e droga in Sardegna (Ottavio Olita), I sardi in rivolta. L’assessore alla sanità è solo (Claudia Zuncheddu), L’Islam secondo Mahmoud Asfa (Gianfranca Fois), L’inadeguatezza delle risposte dello Stato sociale di fronte ai nuovi scenari economici e produttivi (Gianfranco Sabattini), Storia di Antonia. Per un anno di strada e per quella ancora da fare (Antonio Esposito e Dario Stefano Dell’Aquila), Il governo odia i poveri e gli studenti (Roberto Davide Saba), “La ricerca del benessere” di Gianfranco Sabattini (Roberto Loddo), 20 di America Latina, da Chavez a Bolsonaro (Maurizio Matteuzzi), Intervista a Rossana Rossanda: “Colpa nostra se vince Salvini, la sinistra ha deluso le speranze”

Buona lettura.

 

Portoscuso sull’orlo di una crisi ambientale e sanitaria

1 novembre 2018

Portovesme, bacino “fanghi rossi” bauxite (foto Raniero Massoli Novelli, 1980)

[Stefano Deliperi]

I prossimi mesi saranno fondamentali per capire che sorte avrà sul piano ambientale e sanitario Portoscuso e il suo territorio. La situazione ambientale e sanitaria della zona di Portoscuso, in particolare della fascia infantile, è vicina al collasso. Continua »

Turchia e dintorni. I molti volti della Turchia

1 novembre 2018

Da sinistra: Mehmet e Ahmet Altan

[Emanuela Locci]

La Turchia ha sempre rappresentato nell’immaginario collettivo europeo, e occidentale in generale l’anello di congiunzione tra l’oriente e l’occidente, in luogo in cui l’esotico oriente si alternava al pragmatismo occidentale Continua »

Annino Mele e la liberazione della necessità del carcere

1 novembre 2018

Annino Mele presenta il suo libro “Il male dell’ergastolano Ovvero il tarlo della morte” (Sensibili alle foglie) durante la rassegna letteraria “Storie in Trasformazione 2018”

[Tonina Paba]

Per Annino Mele, ex latitante di Mamoiada e da pochi mesi anche ex ergastolano a cui è stata sospesa “in prova” la pena, la denuncia della irragionevole esistenza del carcere è motivo di vita Continua »

L’uguaglianza affonda le sue radici nella differenza

1 novembre 2018
[Michela Calledda]

Quello che sta succedendo in Italia è semplice quanto aberrante: in Italia, in questo momento sono sotto attacco i poveri, i migranti, le donne: in Italia è sotto attacco il principio cardine della nostra Costituzione: il principio di uguaglianza. Continua »

4 novembre: Centenario della Vittoria. Ma vittoria di chi e di che?

1 novembre 2018

Coscritti di Urzulei e Talana al Consiglio di leva di Lanusei

[Francesco Casula]

Temo e sospetto che in occasione del 4 novembre come e più che nel passato anche quest’anno – in cui ricorre il Centenario – si scateneranno le fanfare della retorica, patriottarda e militarista, con eventi, manifestazioni, raduni d’arma, conferenze e cerimonie solenni in molte città italiane. Continua »

Il costo della noncuranza

1 novembre 2018
[Aldo Lotta]

Un recentissimo report medio-orientale trattiene inesorabilmente la mia attenzione su qualcosa di enorme e terribile che in tutti i modi cerchiamo nel nostro piccolo mondo occidentale di rimuovere o negare del tutto. Essere Palestinesi nella propria terra di origine significa, ormai da almeno 70 anni, essere dannati ad una condizione di stra-ordinaria sub-umanità Continua »

Come elaborare un Piano Energetico Sardo?

1 novembre 2018
[Antonio Muscas]

Come elaborare un Piano Energetico al fine di superare definitivamente i vecchi modelli di pianificazione energetica e industriale per adottare un modello funzionale al rilancio del sistema socio-economico sardo? Continua »

Omicidi e droga in Sardegna

1 novembre 2018

Fiaccolata in ricordo di Manuel

[Ottavio Olita]

Due drammatiche vicende di cronaca, quasi contemporanee, stanno dando la misura del grave disagio sociale vissuto dalle giovanissime generazioni che risiedono in paesi del centro Sardegna alle prese con la chiusura dei servizi essenziali, lo spopolamento, la massiccia diffusione di droga, la perdita di credibilità della scuola, l’abbandono degli studi. Continua »

I sardi in rivolta. L’assessore alla sanità è solo

1 novembre 2018
[Claudia Zuncheddu]

E’ un’ingiustizia morire politicamente da solo, visto che i complici degli stravolgimenti nella Sanità sarda li conosciamo tutti. Continua »

L’Islam secondo Mahmoud Asfa

1 novembre 2018
[Gianfranca Fois]

Di fronte all’islamofobia che invade l’Italia, interessata solo in tempi relativamente recenti dal fenomeno della migrazione e quindi della presenza di altre religioni e soprattutto della religione musulmana, vengono in mente le osservazioni di F. Jullien. Continua »

L’inadeguatezza delle risposte dello Stato sociale di fronte ai nuovi scenari economici e produttivi

1 novembre 2018

Station. Foto Roberto Pili

[Gianfranco Sabattini]

Spesso, nei manuali di economia, il welfare State o Stato sociale viene definito una struttura istituzionale volta ad assicurare un minimo di benessere ai propri cittadini Continua »