Violenza sessuale e articol/lage: i documenti parlano chiaro

16 Aprile 2019
[Marinella Lőrinczi]

“Mercoledì 03 Aprile alle 06:55, aggiornato mercoledì 03 aprile alle 15:52” l’Unione Sarda pubblica on-line una notizia grave e scioccante, intitolata “In piazza Matteotti. Cagliari, tentano di violentare una 18enne: lei si libera e scappa. Ora è caccia ai due responsabili del tentato stupro.” I fatti risalgono al pomeriggio del primo aprile. La denuncia è stata presentata il due aprile. L’articolo si conclude con le parole “[…]i carabinieri della stazione di Iglesias […] hanno avviato le indagini, con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Cagliari, sul delicatissimo caso su cui c’è il massimo riserbo.”

Seguono 70 commenti di lettori, di cui riporto i primi tre, di sei giorni fa (del 03.04). 1. “ma si puo ci vuole più controllo brava ragazza e riuscita a liberarsi dagli orcki”. 2. “Ditelo che sono stati due cari richiedenti asilo”. 3. “vabbe ma almeno se i 2 aggressori erano di colore potevate scriverlo…giusto per capire la gravita della situazione immigrati”. Per puro caso, prima di leggere la notizia così formulata, ne avevo letto la versione cartacea, sempre del 3 aprile. L’ho fotografata, memore del detto “carta canta”.

In prima pagina figurava il riassunto:

Seguiva, a p. 19, la descrizione dettagliata, da cui riproduco:

l principio enunciato, del “massimo riserbo”, è stato ignorato. La conclusione delle indagini, quale che sia, chissà se verrà mai pubblicata. I commenti all’articolo e alla correttezza professionale implicata sono superflui, in quanto le varianti del resoconto parlano da sé. L’articolo completo era questo:

Scrivi un commento


Ciascun commento potrà avere una lunghezza massima di 1500 battute.
Non sono ammessi commenti consecutivi.


caratteri disponibili


----------------------------------------------------------------------------------------
ALTRI ARTICOLI