Archivio di Aprile 2008

Archeovis(i)te

mercoledì 16 Aprile 2008

Orientamento su mostre archeologiche di rilevante interesse in Sardegna, Italia ed Europa, con il collegamento ai siti appositamente dedicati dagli organizzatori e/o dalle istituzioni competenti (altro…)

Scaldavamo i cuori

venerdì 11 Aprile 2008

Correva l’anno 1972 e il manifesto, che oltre a essere un giornale era un gruppo politico, correva alle elezioni. Con la parola d’ordine semplice semplice «Vota manifesto, libera Valpreda» riempivamo le piazze e scaldavamo i cuori. Eravamo fortissimi a costruire i nessi, tra la Rivoluzione culturale cinese, le lotte a Mirafiori e gli omicidi bianchi. Ma nell’urna, piazze piene e cuori caldi non si trasformarono in voti: 223.789 voti, lo 0,7% dei consensi, nessun seggio. Il giorno dopo titolammo «Nel quadro di generale spostamento a destra prodotto dal cedimento riformista al ricatto della classe dominante, il nostro insuccesso testimonia le difficoltà del movimento, ci chiama a combattere di più, col pessimismo dell’intelligenza e l’ottimismo della ragione».
Oggi e domani si vota in Italia e speriamo che le cose vadano meglio per la sinistra che nel 1972. Abbiamo deciso di farvi una sorpresa, perché sappiate come scaldavamo i cuori e riempivamo le piazze 36 anni fa: ecco a voi la registrazione del comizio di Luigi Pintor a Sassari. Buon ascolto e votate manifesto, naturalmente in edicola.

Intervento di Luigi Pintor
Intervento di Pietro Valpreda

Presentazione del numero 23

martedì 1 Aprile 2008

Voglia di cambiare, sfiducia, desiderio. Non votare? Ditelo ai mille Mamadou che hanno bisogno di leggi civili e accoglienza, non di alberghi a cinque stelle in onore dei loro, per quanto ripuliti, carnefici. Forse non votare è un lusso da primo mondo. La Sardegna fra crisi e spopolamento, il lavoro precario, l’emergere dei miti e la voglia di fuggire alla menzogna: del G8 come delle false identità atlantidee. Ma si discute se votare fra le generazioni, e i danni delle classi dirigenti, anche della ‘nuova sinistra’, sono perciò visibili. Un ‘Minima’ antipettegolo e nuove archeovis(i)te chiudono il numero. Arrivederci a dopo le elezioni! Articoli di Marco Ligas, Marcello Madau,Francesco Cocco, Gabriele del Grande, Gianluca Scroccu, Manuela Scroccu, Stefano Masu, Mario Cubeddu, Alessandro Usai, Costantino Cossu, e due opinioni sul voto di Raffaello Ugo e Luciana Pirastu. Buona lettura.

Aprile senza dormire

martedì 1 Aprile 2008

TEMPO DI VOTO
Redazione

Il 13 e 14 aprile voteremo nuovamente per il rinnovo del Parlamento. Questa scadenza elettorale non viene affrontata con entusiasmo: molti avvertono il peso di una crisi politica e sociale difficile e non ritengono possibile, nel breve periodo, un’inversione di tendenza. (altro…)

Il lavoro non si crea con le riunioni dei G8

martedì 1 Aprile 2008

CACCIA F16
Marco Ligas

Nei giorni scorsi i rappresentanti di Legambiente sono stati contestati a La Maddalena. Volevano festeggiare il ritiro dei militari americani ma un centinaio di persone ha impedito l’ormeggio dell’imbarcazione disapprovando l’iniziativa. Fra i manifestanti c’erano ex dipendenti (altro…)

Non dovremo permetterci il lusso

martedì 1 Aprile 2008

ARCIPELAGO DI LA MADDALENA
Marcello Madau

Mi sembra davvero un errore puntare in maniera così netta, e con quelle modalità straordinarie che rimproveravamo alla destra, sul turismo d’élite a La Maddalena. Che sia criticabile questo sviluppo sbilanciato sul lusso lo scrisse qualche mese fa, in un brillante pezzo per il Manifesto (altro…)

Indennità e privilegi

martedì 1 Aprile 2008

CASA SENZA TETTO
Francesco Cocco

Ha fatto bene chi in questa campagna elettorale ha sollevato il tema delle indennità parlamentari, cioè l’assurdo di un Paese che ha in Europa due primati confliggenti tra loro: i più bassi salari al netto delle quote previdenziali e le più alte indennità ai rappresentanti nelle istituzioni. (altro…)

Il museo della memoria del mare

martedì 1 Aprile 2008

SCARPE ABBANDONATE
Gabriele Del Grande

Mamadou va a morire è un reportage che racconta le vittime dell’immigrazione clandestina. Migliaia di giovani morti nel tentativo di raggiungere l’Europa, scomparsi nelle acque del Mediterraneo, nel deserto del Sahara, nei campi minati o nelle carceri dei paesi dell’Africa. (altro…)

Sarkozy. La via del tramonto?

martedì 1 Aprile 2008

SARKOZY
Gianluca Scroccu

L’Ump, il partito di Sarkozy, è il grande sconfitto delle elezioni amministrative francesi tenutesi tra il 9 e il 16 marzo (giornata dedicata ai ballottaggi). Sono ben 20 su 22 le regioni ora in mano ai socialisti, così come la maggior parte delle grandi città (a parte, anche se il dato (altro…)

L’anno che ha fatto saltare il mondo

martedì 1 Aprile 2008

Manuela Scroccu

Io sono nata in anni bui, anni di piombo. La mia generazione deve averla respirata nel momento in cui è venuta al mondo l’aria di sconfitta della fine degli anni settanta, la fine del sogno annegato nel sangue della lotta armata. Da lì, il riflusso, la crisi della politica, il disimpegno, (altro…)

Call center

martedì 1 Aprile 2008

CALL CENTER
Stefano Masu

Tutte le aziende che si rispettino quando immettono prodotti nel mercato sentono la necessità di espandere il proprio bacino d’utenza, offrire un contatto diretto alla propria clientela e assisterla dopo la vendita del prodotto.
Questo servizio è diventato più efficace (altro…)

Lo spopolamento dei paesi

martedì 1 Aprile 2008

ABITANTI IN SARDEGNA
Mario Cubeddu

I sardi non fanno figli, i sardi invecchiano, i “popoli” sardi dei 350 villaggi sono destinati all’estinzione. Perché ogni paese della Sardegna è anche una tribù a sé stante, sin troppo orgogliosa di una sua specificità. I sardi sono destinati a sparire entro qualche secolo, a meno (altro…)

S’Urachi, il principe dei nuraghi del sud

martedì 1 Aprile 2008

S'URACHI
Alessandro Usai

Prosegue, dopo l’articolo di Mauro Perra pubblicato nel numero 20, la nostra inchiesta sulle ‘aree del (supposto) tsunami’ dove intervengono gli attori diretti della ricerca scientifica su tali monumenti. Questa volta tocca all’archeologo Alessandro Usai, che ci parla (altro…)

Minima 5.

martedì 1 Aprile 2008

Costantino Cossu

“Il pettegolezzo è l’unica forma di giornalismo. E di letteratura. Arbasino è stato un grande scrittore di gossip. ‘Fratelli d’Italia’ è un libro di pettegolezzi. Come ‘La ricerca del tempo perduto’”. La frase è tratta dall’intervista a Roberto D’Agostino, il creatore di Dagospia, pubblicata (altro…)

Interventi / Le radici del malessere

martedì 1 Aprile 2008

Luciana Pirastu

Da mesi nei telegiornali fotocopia ci appare un panorama in completo sfasciume sul quale rintrona ossessiva la parola d’ordine “Piove Governo ladro”. Al pubblico degli spettatori, in taluni casi sprovveduto, in altri distratto, si continuano a sciorinare (altro…)