Archivio della Categoria 'Migrazioni'

L’Europa, Schengen e l’esclusione

domenica 16 Maggio 2010

carta

Pier Luigi Carta

Sono le parole di J.K. Galbraith, realizzatore del programma Grande Società per Lyndon Johnson e della Teoria della Povertà di Massa, che meglio di tutte possono introdurre il concetto di emigrazione, definita come “il più antico mezzo di lotta contro la povertà. Essa (altro…)

Un purgatorio per asilo. La Cimade

sabato 1 Maggio 2010

carta

Pierluigi Carta

Figura emblematica della “era delle catastrofi”, inaugurata nel 1914, il migrante forzato non è stato relegato nei libri di storia, come atteso, dopo la caduta del muro di Berlino. Dall’esodo disperato (altro…)

Taxi Phone

venerdì 16 Aprile 2010

phone-taxi

Pierluigi Carta

Anche a Nantes, questa città così sviluppata, così europea e così integrante, dove tutti sembrano avere un proprio ruolo, la realtà degli immigrati è “chaude”, a volte fredda, e estenuante. Certi conflitti culturali non si sono ancora spenti, sembra che si affievoliscano (altro…)

Un’ambigua avventura

giovedì 1 Aprile 2010

carta

Pier Luigi Carta

Sono ai piedi di un edificio di 20 piani, arancione e verde all’esterno, di forma rettangolare. Uno come tanti nella città di Nantes, dove gli architetti esibiscono un’interpretazione perversa della coerenza architettonica. (altro…)

Tutti clandestini, tutti cittadini

martedì 2 Marzo 2010

fusione

Redazionale

La risposta c’è stata. Forte, persino allegra e vivace nonostante la drammaticità della situazione sociale, l’abominio del razzismo e della discriminazione. Anche in Sardegna. Soprattutto a Sassari, con un migliaio di persone in corteo, diventate almeno 1500 (altro…)

Dopo lo sgombero tutti in strada

martedì 16 Febbraio 2010

espulsioni

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comunità senegalese di Giorgino

Ci hanno mandato via da Giorgino dicendo che si stava male, che le case stavano crollando, e che eravamo abusivi, anche se avevamo un contratto. Ci hanno mandato in una situazione peggiore. Noi senegalesi che fino al 10 febbraio 2010 abitavamo a Giorgino (altro…)

25 settembre: clandestino-day

martedì 1 Settembre 2009

libia.jpg

Red

Nell’ultimo numero del manifestosardo abbiamo proposto la disobbedienza come forma di protesta e di lotta contro le leggi xenofobe approvate dal governo: nessuno di noi denunci un clandestino. Condividiamo perciò la proposta che lancia (altro…)

Vuoti a perdere

martedì 1 Settembre 2009

immigrati-clandestini2.jpg

Manuela Scroccu

Habeton, 17 anni, è un sopravvissuto. E’ partito il 28 luglio da Tripoli insieme ad altre 78 persone a bordo di un gommone che non avrebbe dovuto esistere, perché la lungimirante politica del governo, osannata dallo stesso ministro dell’Interno Maroni durante la (altro…)

L’homo Sacer alle porte dell’Europa

martedì 1 Settembre 2009

bendato.jpg

Pierluigi Carta

Il 30 agosto il premier si è recato a Tripoli per celebrare la prima “Giornata dell’amicizia tra il popolo italiano e il popolo libico”. L’imbarazzo per la strage dei somali a Benghazi – 16 agosto – non sembra sfiorare Berlusconi, il quale al contrario ha deciso di (altro…)

Maskar e Borori

mercoledì 16 Luglio 2008

Bambini rom
M.Mad.

Apprendiamo, mentre questo numero è appena uscito, la bella notizia del libretto di Giovanni Oliva Maskar e Borori (Fra gli alberi di pino): Giovanni vi ha raccolto, rielaborandole, le storie che ha raccontato con passione, poesia e senso civile per il Manifesto Sardo. Si parla dei Rom, in particolare della comunità romá khorakhané algherese. Il suo lavoro è per ora semiclandestino (non si allarmi il ministro Maroni: Giovanni ha pronto, all’occorrenza, un tampone per le impronte), ma si trova già nelle librerie algheresi. Grazie Giovanni, e a presto.

Gli italiani sono (diventati) razzisti? (2)

mercoledì 16 Luglio 2008

Razzismo
Giulio Angioni

La cultura antropologica di sinistra è, anche suo malgrado, responsabile della divulgazione dell’idea che l’atteggiamento razzista, cioè infe­riorizzante verso l’altro, l’etnocentrismo più in generale, sia qualcosa di universale, qualcosa di biologico, di geneticamente ereditario, che avremmo tra l’altro (altro…)

Come un rifugiato

mercoledì 16 Luglio 2008

refugees
Chiara Fabrizi

Londra. Il 20 giugno si è celebrata la giornata mondiale dei rifugiati. Migliaia di manifestazioni si sono svolte nelle piazze delle grandi città al fine di dare un’eco e una sostanza a questa giornata. In effetti, non si legge e non si sente granché circa le condizioniin cui versano (altro…)

La difesa dei privilegi e le barriere inutili

martedì 1 Luglio 2008

Ma. Li.

Manifestano sdegno nei confronti delle leggi razziali approvate alla fine degli anni trenta; in realtà non si sarebbero comportati diversamente molti governanti dell’Unione Europea che hanno appena approvato le direttive sui rimpatri degli immigrati. Non usano i termini appropriati (altro…)

Rifugiati da tutti

martedì 1 Luglio 2008

Elvira Corona

Sicuramente non basta una giornata per fermarsi a riflettere sulla drammatica condizione dei rifugiati e sul loro coraggio a non arrendersi. Coraggio che li spinge a lasciare il loro paese in cerca del riconoscimento dei diritti umanipiù semplici e sopratutto di protezione. (altro…)

Pensieri in libertà

domenica 1 Giugno 2008

Patrizia Sanna*

Rom, Zingari, nomadi, extracomunitari: eccola la sola vera emergenza che sembra investirci da ogni telegiornale e dalle prime pagine dei giornali. Eppure per qualcuno, come per me, i rom non sono un’emergenza, sono piuttosto, e da alcuni decenni, una presenza e una scelta costante (altro…)

Il museo della memoria del mare

martedì 1 Aprile 2008

SCARPE ABBANDONATE
Gabriele Del Grande

Mamadou va a morire è un reportage che racconta le vittime dell’immigrazione clandestina. Migliaia di giovani morti nel tentativo di raggiungere l’Europa, scomparsi nelle acque del Mediterraneo, nel deserto del Sahara, nei campi minati o nelle carceri dei paesi dell’Africa. (altro…)

Una madre, nessun paese

domenica 16 Marzo 2008

MADRE E FIGLIO
Giovanni Oliva

Ioanni, èsto mia mate: tollela en caritate, aggine pïetate, ca ‘l cor ha sí furato.” (Jacopone da Todi).

Si chiama Jadranca S. (per i gagé: Adriana) è nata a Tramic (Bosnia) nel 1965, è arrivata in Italia, bambina, tanti anni fa, assieme alla suo gruppo famigliare rom khorakhané, (altro…)

A proposito di migranti

domenica 16 Dicembre 2007

MIGRANTI
Vincenzo Pillai

Ricordo quando, bambino negli anni del dopoguerra, venivano a casa di mio padre, a Ventimiglia, giovani emigrati sardi per avere una “copertura” fino a quando non avessero trovato lavoro. Mio padre, che aveva fatto parte della migrazione anteguerra e poteva ormai contare (altro…)

Dalla parte dei rumeni

venerdì 16 Novembre 2007

NOMADE ROM
Marco Ligas

Questa volta il nostro governo ha voluto dimostrare come sia efficace la forza del diritto, soprattutto quando ci si trova in condizioni di superiorità. Lo ha fatto ostentando disprezzo e alterigia contro un gruppo etnico costretto a vivere in condizioni di estrema povertà. (altro…)

La retorica della paura

venerdì 16 Novembre 2007

Gianluca Scroccu

Voglio ricordare la figura della signora Giovanna Reggiani, uccisa da un delinquente in una brutta giornata autunnale romana. Una donna, l’ennesima, sottoposta a violenza perché ritenuta un soggetto debole per eccellenza e da poter sopraffare (il tema della violenza contro le donne, (altro…)