Idomeni si svuota ma la questione dei profughi resta

24 maggio 2016
160311-world-migrants-idomeni-715a-jpg-0715_1f790e2cff82d1c4165eae203b1ef360.nbcnews-ux-2880-1000 - Copia
Argiris Panagopoulos
Il vergognoso campo profughi di Idomeni si svuota dalle autorità greche che portano i profughi in strutture principalmente vicine a Salonicco, mentre sono stati allontanati dalla polizia i giornalisti, esclusi della radiotelevisione pubblica greca ERT e dell’agenzia APE.

Continua »

Siamo tutti Alessio Grancagnolo

21 maggio 2016
11666043_10205705245943099_1575831879606982032_n
Alessio Grancagnolo

Questo intervento è stato scritto in occasione dell’incontro degli studenti con la ministra Boschi sulle riforme costituzionali presso l’Università di Catania del 13 maggio 2016. Per esigenze legate al tempo l’intervento è stato riassunto in sede di dibattito, venendo poi interrotto dal Rettore quando parla di “tour propagandistici negli atenei” della ministra in vista del referendum costituzionale di ottobre. (Red) Continua »

Il numero 215

16 maggio 2016
Foto di Chiara Caredda

The Shukran, il social network dell’uguaglianza (Roberto Loddo), Contorni: L’onnipotenza del dire (Giulio Angioni), Primo maggio di svago e di lotta (Graziano Pintori), La Germania non crede più nel progetto europeo (Gianfranco Sabattini), La legge sulle unioni civili è storica ma è già “vecchia” (Andrea Maccarrone), Sulla produzione di alluminio e sull’inquinamento a Portoscuso (Stefano Deliperi), Dopo il referendum sulle trivelle (Daniela Concas), La Grecia alza la testa (Argiris Panagopoulos), Profughi e migranti sono un’occasione per cambiare radicalmente l’Europa (Guido Viale), Come l’Europa proteggerà i confini (Guido Viale), Per Pinuccio Sciola (Mario Faticoni), Discarica Cacip – Una mezza vittoria e il rischio di una grande sconfitta (Claudia Zuncheddu), Tre referendum contro una legge ingiusta e sbagliata (Maurizio Landini).

Dedichiamo il numero 215 al popolo palestinese che il 15 di maggio ha ricordato la ‪#‎nakba‬. La nakba è il trasferimento forzato dei civili palestinesi dai propri villaggi per far posto alla nascita dello stato di Israele del 1948: 68 anni di apartheid in Palestina (Fawzi Ismail), La nakba. Dalla catastrofe, al ritorno (Omar Suboh), La Palestina non è scomparsa (Anna Maria Brancato).

La foto di presentazione del nuovo numero è stata realizzata dalla fotografa Chiara Caredda. Chiara Caredda ha 24 anni e vive a Cagliari, dove studia Beni culturali e coltiva le sue due più grandi passioni: i sogni a occhi aperti e la fotografia. Mentre con i primi il rapporto è un po’ conflittuale – si sa, a volte sono veicolo di delusioni – con la seconda è amore incondizionato. Fare foto è il suo modo privilegiato di esprimere se stessa e il suo sguardo sul mondo e sull’Altro. Il bianco e nero è lo stile che predilige, e ritratti e paesaggi urbani sono i soggetti più frequenti nei suoi lavori, frutto sì di passione e talento naturale, ma anche di tanto studio e perfezionamento tecnico. (Red)

Buona lettura

The Shukran, il social network dell’uguaglianza

16 maggio 2016
theShukran
Roberto Loddo

The Shukran è un nuovo social network dove puoi dire Grazie. Una piazza virtuale che mette in collegamento persone in diverse parti del Mondo. Shukran in lingua araba vuol dire grazie. L’idea degli sviluppatori è quella di far trasmettere da ogni foto postata un dono, un gesto che merita un grazie, un atto che trasmette uguaglianza e rispetto. Questo nuovo social network attraverso le immagini ci propone di farci conoscere mondi diversi nella loro reale quotidianità. Illies Amar, 22 anni è un ragazzo italiano di origini algerine che studia Medicina all’Université Libre de Bruxelles, è attivo in diverse associazioni che sostengono le persone più fragili e svolge il ruolo di amministratore delegato all’interno del social network The Shukran Continua »

Contorni: L’onnipotenza del dire

16 maggio 2016
16633112318_d51ac36b48
Giulio Angioni

All’evangelista Giovanni e alla sua nozione teologica di un primordiale e creatore logos (parola, linguaggio, discorso, senso), Goethe obietta la sua nozione di una altrettanto primordiale Tat (azione, fare), e nel Novecento l’artista-filosofo Henri Focillon obietta a entrambi la maggiore ricchezza vitale e conoscitiva del dire e del fare uniti e non dislocati a comandare sul resto della vita umana. Continua »

Primo maggio di svago e di lotta

16 maggio 2016
PrimoMaggio
Graziano Pintori

Sfogliando i giornali sardi del 1° Maggio ci facciamo subito l’idea di quanto la nostra isola sia terra di predazione Continua »

La Palestina nel Centro di quartiere “La Bottega dei Sogni”

16 maggio 2016
13242232_10153573452147647_952995225_o
Red

La Palestina sarà la seconda tappa di “Incontri tra culture” organizzato dall’associazione Efys Onlus in collaborazione con le associazioni della rete del Centro di quartiere La Bottega dei Sogni. L’incontro si svolgerà Sabato 28 maggio alle ore 19.00 nella sede del centro di quartiere “La Bottega dei Sogni” a Cagliari in Piazzetta Savoia n°4. Continua »

La Germania non crede più nel progetto europeo

16 maggio 2016
antonio-merkel-de-10102013
Gianfranco Sabattini

Da tempo si assiste al crescere della disaffezione da parte di molti popoli europei dall’Europa. Inizialmente lo scetticismo e le critiche, e a volte anche le proposte di una fuoriuscita dall’Unione, erano proprie dei movimenti populisti di destra Continua »

La legge sulle unioni civili è storica ma è già “vecchia”

16 maggio 2016
Diritti Civili - Francesca Corona
Andrea Maccarrone

L’11 maggio la Camera ha definitivamente approvato la legge sulle Unioni Civili per le coppie omosessuali. Un passaggio senza dubbio storico perché rompe un tabù, fatto di speranza più volte deluse, promesse non mantenute, negazione e insulti, resistito oltre 30 anni. E cosa più importante questa legge finalmente riconosce un pezzo di realtà sociale, riconosce dei diritti e quindi cambia in meglio la qualità della vita di tante persone che la aspettavano. Continua »

Antisionismo non è antisemitismo

16 maggio 2016
west-bank-wall
Gianfranca Fois

L’antisionismo non è antisemitismo anche se l’equazione viene propagandata dal governo israeliano e dai suoi seguaci  di fronte alla presa di coscienza da parte di sempre più numerosi cittadini europei e di altre parti del mondo dell’attività prevaricatrice e razzista israeliana nei confronti dei Palestinesi Continua »

Sulla produzione di alluminio e sull’inquinamento a Portoscuso

16 maggio 2016
immagine_201501082338
Stefano Deliperi

Pubblichiamo la lettera aperta di Stefano Deliperi del Gruppo di intervento giuridico al Presidente del Consiglio Renzi, al Presidente della Regione autonoma della Sardegna Pigliaru, ai Sindacati e ai Lavoratori sulla produzione di alluminio e sul disastroso inquinamento a Portoscuso. (Red) Continua »

Assostampa su Castedduonline

16 maggio 2016
testata
Red

Pubblichiamo la nota del sindacato dei giornalisti della Sardegna, in riferimento alle minacce ricevute da alcuni giornalisti della testata online. Continua »

Dopo il referendum sulle trivelle

16 maggio 2016
Trivelle-sì-al-referendum-le-reazioni-dei-protagonisti-2
Daniela Concas

Il 17 aprile, a livello nazionale e quindi anche in Sardegna, si è svolto il referendum per abrogare l’articolo 6 comma 17 del codice ambientale, riguardante concessioni petrolifere per gas o idrocarburi entro le 12 miglia, per definirne la durata. Con il SI al referendum si dichiarava la volontà di far in modo che, secondo la scadenza fissata, le attività di estrazione andassero progressivamente a cessare. Continua »

Discarica Cacip – Una mezza vittoria e il rischio di una grande sconfitta

16 maggio 2016

Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2015-07-24 08:54:00Z | |

Claudia Zuncheddu

Dopo le lunghe lotte portate avanti dalle cittadinanze di Uta e Capoterra, la Regione Sardegna congela il progetto della nuova discarica connessa all’inceneritore del Cacip nel sud della Sardegna. Continua »

La Grecia alza la testa

16 maggio 2016
Argiris_Panagopoulos
Argiris Panagopoulos

La sinistra progetta il giorno dopo e l’uscita dalla crisi”, dice Tsipras. Finanziamento di 11 miliardi e 42 investimenti e opere per l’occupazione e la crescita. La Grecia potrà prendere un finanziamenti di 11 miliardi di euro, sono in partenza 42 opere e progetti finanziati dall’Unione europea pe rilanciare l’economia e creare posti di lavoro, mentre a Washington, Bruxelles, Berlino e Atene si tratta ad oltranza per la ristrutturazione del debito greco. Il governo greci di sinistra punta sulla crescita e la creazione di veri posti di lavoro per far ripartire l’economia e sostenere la coesione sociale. Infuriata la Nuova Democrazia denuncia che l’Europa si è piegata alla sinistra di Tsipras! Continua »

Costituzione dinosauro? Le ragioni del No

16 maggio 2016
12GalloDomenicoYouDEMsacrilegioversosovranobymagistratura
Domenico Gallo

Quali sono le ragioni della nostra critica alla Costituzione quale è stata riscritta dal governo, voluta da Renzi e propagandata dalla Boschi? Continua »

Profughi e migranti sono un’occasione per cambiare radicalmente l’Europa

16 maggio 2016
2015_0911_18053200_resized - Copia
Guido Viale

La contrapposizione respingere e accogliere i profughi taglia trasversalmente le classi sociali. Il fronte rumoroso  di chi propugna i respingimenti avanza ovunque, sotto la guida di partiti di estrema destra o fascisti Continua »

Come l’Europa proteggerà i confini

16 maggio 2016
Manifestazione dei migranti e non solo. Foto Roberto Pili
Guido Viale

«Sia le politiche climatiche che le politiche migratorie sono beni pubblici comuni, e per essere più efficaci possibile hanno bisogno di risorse comuni» Continua »

Per Pinuccio Sciola

16 maggio 2016
Pinuccio-Sciola-Paesaggi-sonori-San-Sperate-3
Mario Faticoni

Estraggo dal mio recente Un delitto fatto bene, il ricordo di una delle  numerose gesta di Pinuccio Sciola. Continua »

Buonasera Moby Prince

16 maggio 2016
moby_prince
Red

Lunedì 23 Maggio, al Kiss Bar in via dei mille 48 a Sassari verrà proiettato il documentario “Buonasera Moby Prince” Continua »

68 anni di apartheid in Palestina

16 maggio 2016
31-nakba
Fawzi Ismail

Il 15 maggio 2016 si ricorda il 68° anniversario della Nakba, ovvero la tragedia del popolo palestinese, data in cui i sionisti ebrei hanno proclamato la costituzione dello Stato di Israele (14 maggio del 1948), occupando il 78 % della terra palestinese, cacciando circa un milione di persone dalle loro terre e distruggendo più di 450 città e villaggi Continua »